‘Violissimaaaaaa’ trasmissione che parla di fede calcistica, di speranza cristiana e… non solo che quando si gioca il Campionato del Mondo o il Campionato Europeo si trasforma in…Azzurrissima’

Violissima 19 maggio 2017: vincere a Napoli unica strada per sperare ancora nell'Europa

Violissima 19 maggio 2017: vincere a Napoli unica strada per sperare ancora nell'Europa

La vittoria con la Lazio mantiene vive le speranze per un insperato aggancio alla zona Europa League, occupata dal Milan, che dista soli due punti. Ma il campionato e' agli sgoccioli, e la prossima partita sara' tutt'altro che una passeggiata per i viola. La Fiorentina infatti sabato affrontera' il Napoli di Sarri, la squadra che gioca il miglior calcio d'Italia. All'andata fu una delle partite piu' brillanti di questa Fiorentina 2016-17. Ma stavolta si gioca al San Paolo, e i partenopei arrivano da un momento di forma strepitoso, certificato dalle cinque reti rifilate nell'ultima di campionato al Torino. I gigliati, d'altra parte, continuano con gli alti e bassi visti per tutta la stagione. Difficile pensare che una Fiorentina cosi' possa espugnare il San Paolo. La diretta avversaria dei viola per l'Europa, il Milan, affronta un impegno decisamente meno gravoso, dato che ospitera' un Bologna che ha conquistato la salvezza da mesi. Ecco perche' la corsa al sesto posto in Serie A sembra essere proibitiva, anche se i risultati imprevedibili delle milanesi nelle ultime settimane lasciano filtrare qualche spiraglio di possibilita'. Dopodiche', sara' ricostruzione. Dato ormai per certo che il prossimo allenatore della Fiorentina sara' Stefano Pioli, sono molte le questioni in sospeso. A cominciare dal rinnovo di contratto di Bernardeschi: giocatore dal quale la societa' gigliata vorrebbe ripartire, ma il suo futuro e' ancora in bilico. Cosi' come e' in bilico il futuro di Kalinic: la societa' sta pensando seriamente (come evidenziato dalle parole di Antognoni in settimana) di sacrificare il centravanti croato, al fine di intascare i soldi necessari a svolgere una sessione di calciomercato da protagonista. Certa la partenza di capitan Gonzalo Rodriguez, sembrano con la valigia in mano anche Ilicic e Badelj. E molti altri lasceranno la Fiorentina. Per quanto riguarda gli arrivi, per adesso Corvino si e' mosso in difesa: raggiungeranno Firenze il brasiliano Hugo e il giovane serbo Milenkovic. In studio Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Marco Zanini, con Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Ospite della trasmissione Pietro Mosca, fotografo del Napoli per il Corriere dello Sport. Marco Zanini

Violissima 12 maggio 2017: in casa Fiorentina e' scoppiato il putiferio

Violissima 12 maggio 2017: in casa Fiorentina e' scoppiato il putiferio

In casa Fiorentina e' scoppiato il putiferio: le dure contestazioni dei tifosi hanno generato le dichiarazioni di Andrea Della Valle e di Bernardeschi dopo il pareggio con il Sassuolo. Un clima velenoso, difficile da rendere nuovamente respirabile, ma il campo dice che domani c'e' una sfida importante contro la Lazio. I viola, infatti, sono incredibilmente ancora in corsa per l'ultimo posto in Europa League. In studio Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Marco Zanini, con Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Come sempre, il pastore Davide Abiusi ci ha lasciato un pensiero di pace allegato ad un versetto biblico. Il passo della Bibba scelto si trova nel libro dei Salmi, capitolo 95, versi 6-8 Venite, adoriamo e inchiniamoci, inginocchiamoci davanti al SIGNORE, che ci ha fatti. Poich'egli è il nostro Dio, e noi siamo il popolo di cui ha cura, e il gregge che la sua mano conduce. Oggi, se udite la sua voce, non indurite il vostro cuore

Violissima 5 maggio 2017: Fiorentina incapace di continuita': dopo Palermo altre contestazioni

Violissima 5 maggio 2017: Fiorentina incapace di continuita': dopo Palermo altre contestazioni

Un passo avanti e due indietro. Questa e' la miglior descrizione del cammino della Fiorentina 2016-17, capace di fare 11 punti in cinque giornate e poi perdere in casa con l'Empoli. Capace di vincere contro una diretta concorrente per l'Europa come l'Inter e crollare una settimana dopo a Palermo, contro una squadra con un piede e mezzo in Serie B. Una prestazione, quella con i rosanero, che ha lasciato senza parole i tifosi viola, ormai rassegnati a fare da spettatori di una Fiorentina colma di pochi alti e tanti bassi. Le contestazioni non sono mancate, sia all'aeroporto di Palermo che in settimana, con due striscioni firmati "unonoveduesei" che hanno testimoniato un'insofferenza dell'ambiente viola verso tutti gli attori responsabili di questa stagione grigia. Non fallimentare, almeno secondo Pantaleo Corvino, che in un'intervista a Radio Bruno, pur ammettendo che in questo campionato tutti hanno commesso degli errori e classificando la sconfitta di Palermo come una delle piu' brutte della sua carriera sportiva, ha ribadito i risultati raggiunti da questo gruppo storico, aggiungendo che i viola non hanno centrato gli obiettivi stagionali per un soffio. Comunque sia, il dg pugliese ha ribadito che la societa' crede ancora nella possibilita' di aggancio alla zona Europa League: infatti, Sousa e i suoi ragazzi partiranno un giorno prima alla volta di Sassuolo, cioe' venerdi' . Vedremo se bastera' a motivare un gruppo che sembra arrivato al capolinea. Magari stavolta sarebbe opportuno far seguire alle parole i fatti. Ci si augura che la societa' accompagni e sostenga la squadra in trasferta con maggior, non lasciando cioe' il solo Freitas a sbrogliare le matasse a fine partita se le cose non sono andate per il verso giusto. In studio Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Marco Zanini. Come sempre, il pastore Davide Abiusi ci ha lasciato un pensiero di pace allegato ad un versetto biblico. Il passo della Bibba scelto si trova nel libro dei Salmi, capitolo 71, verso 20 Tu, che ci hai fatto vedere molte e gravi difficoltà, ci darai di nuovo la vita e ci farai risalire dagli abissi della terra Marco Zanini

Violissima 28 aprile 2017: Fiorentina ancora in lizza per l'Europa, a Palermo servono i 3 punti

Violissima 28 aprile 2017: Fiorentina ancora in lizza per l'Europa, a Palermo servono i 3 punti

La vittoria nella pazza partita di sabato contro l'Inter e l'inaspettata caduta del Milan a San Siro contro l'Empoli (giustiziere dei viola una settimana prima) hanno riportato la Fiorentina in corsa per il sesto posto, che vale i preliminari di Europa League. Dunque, sia per meriti propri che per demeriti delle avversarie, i gigliati si ritrovano ancora aggrappati ad un obiettivo che in stagione sembrava essere ripetutamente sfumato. Visto il calendario della Fiorentina, che dopo la sfida di domenica al Barbera presenta incontri complicati ai viola come Sassuolo, Napoli e Lazio, risulta fondamentale conquistare i tre punti contro il Palermo. I rosanero hanno un piede e mezzo in Serie B, basta una piccola spinta da parte dei viola per sancire la matematica retrocessione dei siciliani. Percio' non sara' una partita semplice, ma occorre vincere ad ogni costo, per cercare di dare un po' di continuita' a questa pazza stagione, prima che il mercato stravolga la rosa e l'allenatore della Fiorentina. L'estate a Firenze, infatti, si preannuncia piena di cambiamenti. A cominciare dalla difesa, reparto nel quale i viola hanno avuto le maggiori difficolta' in stagione, e nel quale servono come il pane dei terzini affidabili, oltre ad un difensore centrale in grado di sostituire Gonzalo Rodriguez. Se il centrocampo potrebbe essere il settore meno alterato dal mercato (caso Badelj a parte: il croato al 99% lascera' Firenze), tutt'altra storia vale per l'attacco, dove Kalinic verra' tentato da offerte importanti in tutta Europa. E dove si dovra' decidere cosa fare con Babacar, attualmente l'uomo piu' in forma della Fiorentina, che ha dimostrato di saper cogliere le occasioni quando gli viene concessogli spazio (data l'indisponibilita' di Kalinic). Senza dimenticare il caso Bernardeschi, che sta riflettendo se accettare la proposta di rinnovo di contratto offertagli da Corvino. In studio Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Marco Zanini, con Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Come sempre, il pastore Davide Abiusi ci ha lasciato un pensiero di pace allegato ad un versetto biblico. Il passo della Bibba scelto si trova nel libro di Daniele, capitolo 4, verso 27: Perciò, o re, accetta il mio consiglio! Metti fine ai tuoi peccati praticando la giustizia, e alle tue iniquità mostrando compassione verso gli afflitti. Forse, la tua prosperità potrà essere prolungata

Violissima 14 aprile 2017: Fiorentina in ripresa, obbligatorio vincere contro l'Empoli

Violissima 14 aprile 2017: Fiorentina in ripresa, obbligatorio vincere contro l'Empoli

La stagione della Fiorentina continua ad avere caratteristiche di difficile lettura: proprio quando sembrava sull'orlo della resa, la squadra viola ha reagito nelle ultime partite, arrivando a collezionare undici punti nelle ultime cinque partite. Sembra davvero che i ragazzi di Paulo Sousa siano entrati nell'ottica di dover vincere tutte le partite fino alla fine della stagione, cosi' da sperare di agguantare sul filo di lana un posto in Europa League. In realta', la migliore prestazione della Fiorentina di questo ciclo positivo e' arrivata nell'ultimo turno, quello del pareggio per 2-2 a Marassi contro la Sampdoria. Dopo un primo tempo incerto e chiuso in svantaggio, i gigliati hanno iniziato la seconda frazione con un piglio diverso. I viola sono apparsi molto più brillanti e convinti nella manovra d’attacco, riuscendo più volte a mettere in pericolo la retroguardia blucerchiata e portando a casa un punto grazie ad una rete di Babacar all’89’, nonostante la Sampdoria fosse riuscita a passare nuovamente in vantaggio dopo il primo pareggio della Fiorentina firmato Gonzalo. I risultati delle dirette concorrenti hanno aiutato la Fiorentina. E allora, continua il sogno Europa League. Prossima tappa al Franchi il derby con l'Empoli, partita che e' resa piu' complicata dalla situazione in classifica degli azzurri, che sembravano salvi ma sono entrati in un vortice di risultati negativi dal quale non riescono piu' ad uscire. Tuttavia, per i viola esiste un solo risultato possibile: la vittoria. La differenza tra le due squadre, sulla carta, e' evidente; alla Fiorentina si chiede di non sottovalutare l'avversario e proseguire con la grinta e la determinazione vista nel secondo tempo di Marassi. In studio Davide Abiusi e Marco Zanini, con Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Ospite di questa puntata Gianmarco Romano, giornalista del sito d'informazione Fiorentina.it. Come sempre, il pastore Davide Abiusi ci ha lasciato un pensiero di pace allegato ad un versetto biblico, quest'oggi ancor piu' opportuno visto l'avvicinarsi della Pasqua. Il passo della Bibba scelto si trova nel vangelo di Marco, capitolo 16, versi 1-6: Passato il sabato, Maria Maddalena, Maria, madre di Giacomo, e Salome comprarono degli aromi per andare a ungere Gesù. La mattina del primo giorno della settimana, molto presto, vennero al sepolcro al levar del sole. E dicevano tra di loro: «Chi ci rotolerà la pietra dall'apertura del sepolcro?». Ma, alzati gli occhi, videro che la pietra era stata rotolata; ed era pure molto grande. Entrate nel sepolcro, videro un giovane seduto a destra, vestito di una veste bianca, e furono spaventate. Ma egli disse loro: «Non vi spaventate! Voi cercate Gesù il Nazareno che è stato crocifisso; egli è risuscitato; non è qui; ecco il luogo dove l'avevano messo»

Violissima 17 marzo 2017: Vincere a Crotone per mantenere flebili speranze d'Europa

Violissima 17 marzo 2017: Vincere a Crotone per mantenere flebili speranze d'Europa

La vittoria all'ultimo secondo con il Cagliari ha ridato alla Fiorentina una minima possibilita' di speranza di agganciare un posto valido per l'Europa League. In realta', se si guarda alla prestazione offerta dai gigliati, e' difficile credere che una squadra che offre ripetutamente prestazioni scialbe come la Fiorentina di quest'anno possa riuscire a recuperare sette punti alle dirette concorrenti. I viola pero' devono provarci. Per non rassegnarsi a concludere definitivamente la stagione a meta' marzo. E allora, ecco che a Crotone servono i tre punti, serve cominciare a mettere insieme una striscia che superi le due vittorie consecutive, cosa mai riuscita alla Fiorentina versione 16-17. I viola devono provarci anche per calmare, almeno in parte, la contestazione che ormai si ripete ad ogni partita disputata allo stadio Artemio Franchi dai gigliati. I tifosi ce l'hanno con tutti: giocatori, allenatore e societa'; nessuno si salva da questa stagione deludente. L'unico modo per attenuare le proteste del tifo e' fare risultato, il rimedio a tutti i mali nello sport. In studio Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini Marco Zanini

Violissima 10 marzo 2017: Presentato il nuovo stadio. Domenica con il Cagliari...

Violissima 10 marzo 2017: Presentato il nuovo stadio. Domenica con il Cagliari...

Quest'oggi la Fiorentina ha presentato il nuovo stadio: un progetto imponente da 40000 posti pieno di servizi. Secondo le tempistiche previste nella conferenza stampa di Palazzo Vecchio da Andrea Della Valle, il nuovo stadio dovrebbe essere pronto tra quattro anni. Si vedra' se l'iter burocratico e i 24 mesi previsti per il completamento dei lavaro saranno rispettati. Resta il fatto che lo stadio e' un'enorme opportunita (forse l'unica) per una squadra come la Fiorentina di accrescere considerevolmente i ricavi, cercando il definitivo salto di qualita'. Tornando al calcio giocato, la Fiorentina a Bergamo ha ottenuto un pareggio tutto sommato positivo, considerando il morale con il quale si sono presentati i viola. A nulla serve un punto per la classifica, ma riuscire a non perdere nella tana della squadra rivelazione della Serie A (nonche' una delle piu' in forma del momento) e' comunque un risultato accettabile, soprattutto per la prestazione in campo della Fiorentina. Fiorentina che a tratti ha sofferto le sfuriate dell'attacco nerazzurro ma ha resistito bene, cercando anche di ripartire e di impostare il proprio gioco quando possibile. Domenica al Franchi arriva un Cagliari in crisi di risultati ma ampiamente salvo, avendo (se possibile) ha ancor meno da chiedere alla classifica rispetto alla Fiorentina. Serve tornare alla vittoria, per regalare un piccolo sorriso ai tifosi della Fiorentina amareggiati e delusi per questa stagione in cui nulla e' andato per il verso giusto. Nulla se non la crescita di alcuni giovani. Proprio su di loro si poggiano le ultime speranze di breve periodo del popolo viola, che si auspica di vedere i vari Chiesa, Bernardeschi e magari Hagi regalare soddisfazioni a Firenze in questi ultimi due mesi di campionato. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 3 marzo 2017: Contro l'Atalanta la Fiorentina si gioca solo l'onore

Violissima 3 marzo 2017: Contro l'Atalanta la Fiorentina si gioca solo l'onore

Se qualche ottimista poteva ancora credere in un improbabile aggancio alle zone della classifica che portano in Europa League, il pareggio con il Torino ha spento definitivamente le speranze. Ancora una volta in doppio vantaggio, ancora una volta rimontata, la Fiorentina dimostra di non esserci piu' con la testa. Perche' sicuramente con i granata c'e' stato un calo fisico negli ultimi venti minuti, tuttavia e' indubbio che in questo momento della stagione i viola siano una squadra incredibilmente fragile sotto l'aspetto mentale. A Firenze il malumore si percepisce a vista d'occhio, e allo stadio con il Torino non sono mancate le contestazioni. La Curva Fiesole non ha risparmiato nessuno: giocatori, allenatore e proprieta'. C'e' da dire che quando sono partiti cori contro quest'ultima, parte dello stadio ha fischiato i suddetti cori, esprimendo il proprio disaccordo verso coloro che criticano l'operato della famiglia Della Valle. Ed evidenziando una tifoseria spaccata a meta', anche nella ricerca dei colpevoli di una stagione fallimentare. C'e' ormai poco da salvare di questa anonima stagione, probabilmente solo la faccia. Ma anche solo per rialzare la testa, in questo momento del campionato non ci puo' essere avversario peggiore che l'Atalanta delle meraviglie di Gasperini. Squadra rivelazione del campionato, occupa attualmente il quarto posto in classifica grazie ad un gioco fatto di velocita', grinta e grande corsa. Tutte qualita' che non si sono praticamente mai vista nella seconda versione della Fiorentina targata Paulo Sousa. A proposito del portoghese, dopo ore di indecisione la societa' ha deciso che il tecnico concludera' la stagione sulla panchina della Fiorentina, a prescindere dai risultati. Inutile esonerarlo ed ingaggiare un traghettatore in un campionato al quale la Fiorentina ormai non ha piu' nulla da chiedere. Insieme fino a maggio, dunque, e poi ognuno per la sua strada; con il toto-allenatore che si e' gia' aperto a Firenze. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Marco Zanini. Claudio Coppini e Roberto Davide Papini sono intervenuti in collegamento telefonico. Anche oggi il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento. Il versetto scelto dal pastore si trova nel libro dei Proverbi, capitolo 31, verso 10: Una donna virtuosa chi la troverà? Il suo pregio sorpassa di molto quello delle perle. Marco Zanini

Violissima 24 febbraio 2017: Fiorentina, stagione finita a febbraio. Di chi sono le colpe?

Violissima 24 febbraio 2017: Fiorentina, stagione finita a febbraio. Di chi sono le colpe?

Lo sbigottimento durato per tutti i 45 minuti del secondo tempo ha lasciato spazio alla rabbia. Subito dopo il fischio finale di Fiorentina-Borussia Monchengladbach, infatti, i tifosi viola hanno perso la pazienza, dato che di fatto con l'uscita dall'Europa League la stagione della Fiorentina si conclude a febbraio. E non hanno risparmiato nessuno dalla contestazione: giocatori, allenatore e societa'. E come biasimarli, i tifosi. L'aria di fine ciclo a Firenze si respirava gia' nei primi mesi di questo campionato 2016-2017. Averne la conferma subendo una rimonta da 2-0 a 2-4, pero', fa molto piu' male. Tutti da palla inattiva per giunta, segno che la difesa viola e' ormai un colabrodo e che l'allenatore ha le sue colpe. A proposito di Sousa, oltre alla pessima gestione della fase difensiva sulle palle inattive, la sostituzione di Bernardeschi in un momento della partita nel quale servivano i giocatori piu' decisivi e di maggiore personalita' risulta a tratti inspiegabile. Con questa partita si chiude di fatto anche l'ultimo spiraglio di una gia' improbabile riconferma del tecnico portoghese sulla panchina gigliata. Sousa inoltre rischia di essere esonerato anche prima di concludere la stagione, anche se Della Valle dovrebbe valutare se converrebbe davvero esonerare un allenatore in scadenza di contratto, in una stagione ormai rimasta senza obiettivi raggiungibili. Ma la vera sconfitta di questa stagione e' la societa' viola. Societa' che ha dimostrato di aver sbagliato tutte le sue strategie per l'attuale stagione, con la decisione in estate di puntare ancora sulla "vecchia guardia", scelta rivelatasi totalmente errata. Adesso per la Fiorentina si prospettano mesi di anonimato completo, galleggiando in classifica senza poter piu' aspirare alle posizioni che contano. In attesa di un mercato estivo nel quale assisteremo, in ritardo di dodici mesi, ad una vera e propria rifondazione. In studio, anche se con umore grigio, gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 17 febbraio 2017: Berna, che perla! Ma domenica a Milano non ci sara'

Violissima 17 febbraio 2017: Berna, che perla! Ma domenica a Milano non ci sara'

Nei giorni precedenti alla sfida di Europa League al Borussia Park contro il Monchengladbach si era ripetuto come un ritornello che la partita con i tedeschi sarebbe stata una battaglia durissima, ed e' andata proprio cosi'. La Fiorentina si e' un po' snaturata decidendo di difendere bassa per larga parte del match, rinunciando all'aggressivita' in fase di non possesso che l'ha sempre contraddistinta da quando in panchina e' seduto Paulo Sousa. La strategia ha pagato dal punto di vista del risultato, tuttavia la squadra viola si e' trovata piu' volte in difficolta' contro l'attacco del Borussia. Soprattutto nel primo tempo, quando i tedeschi hanno sciupato almeno tre clamorose palle gol, senza dimenticare un solare rigore per fallo di Olivera non concesso dall'arbitro Manzano. Alla fine, pero', la profezia del calcio che punisce chi spreca troppe occasioni si e' realizzata un'altra volta. Con una vera e propria magia. La punizione di Bernardeschi e' da vedere e rivedere, in cento angolazioni diverse. Rasenta la perfezione. Una perla in una partita molto complicata che e' valsa lo 0-1; risultato che nel secondo tempo la Fiorentina e' stata brava a gestire concedendo meno occasioni al Borussia e cercando, quando possibile, di ripartire per fare male ai teutonici. Una squadra cinica e un risultato che fa ben sperare per la partita di ritorno di giovedi' prossimo, dove tuttavia servira' una Fiorentina molto piu' intraprendente per portare a casa la qualificazione. Prima del ritorno con il Gladbach, pero', c'e' la partita di San Siro contro il Milan dell'ex Montella. Sfida importantissima, in quanto i rossoneri sono diretti concorrenti per la zona Europa. Sfida alla quale non partecipera' l'uomo del momento: Bernardeschi infatti sara' squalificato e non potra' aiutare i compagni con la sua immensa qualita'. Possibile l'esordio del neo acquisto Saponara, piu' facile che Sousa si affidi a Ilicic. Lo sloveno nel match di andata al Franchi sbaglio' un rigore, ora sta vivendo un momento complicato nel quale si siede spesso in panchina. Vedremo se riuscira' a sfruttare l'occasione per riscattarsi in una stagione che finora rasenta l'anonimato. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini, con Roberto Davide Papini in collegamento telefonico direttamente dalla Germania. Ospite in studio Rolando Rizzo, pastore della Chiesa avventista e grande tifoso della Fiorentina. Anche oggi il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento. Il versetto scelto dal pastore si trova nella lettera di Paolo agli Ebrei, capitolo 11, verso 1: Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono. Marco Zanini

Violissima 10 febbraio 2017: Vincere con l'Udinese per l'immediato riscatto

Violissima 10 febbraio 2017: Vincere con l'Udinese per l'immediato riscatto

Il popolo viola non si e' ancora ripreso dal pesantissimo 0-4 inflitto alla Fiorentina dalla Roma. Le immagini di una partita praticamente non giocata dai viola (salvo i primi 25 minuti) riecheggiano nella mente: tra catastrofi difensive, attaccanti invisibili, sottomissione fisica e dichiarazioni discutibili di Sousa non si salva niente di cio' che e' stato visto martedi' sera. Ora, pero', occorre ripartire subito, perche' il girone di ritorno e' appena iniziato e la Fiorentina non puo' rassegnarsi all'anonimato gia' a febbraio. Percio' testa alla prossima sfida con l'Udinese, squadra sempre insidiosa. Ma la partita di Roma obbliga i viola a vincere, per inviare un messaggio di ripresa immediata all'interno e al di fuori della squadra. Probabile il rientro di Kalinic, attaccante che si rivela indispensabile vista la differenza con il suo sostituto naturale Babacar. Nella puntata di oggi abbiamo avuto il piacere di ospitare telefonicamente Francesca Merz, tifosissima viola e esperta di arte. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Anche oggi il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento. Il versetto scelto dal pastore si trova nella lettera di Paolo agli Atti degli apostoli, capitolo 24, verso 16: Per questo anch'io mi esercito ad avere sempre una coscienza pura davanti a Dio e davanti agli uomini. Marco Zanini

Violissima 27 gennaio 2017: Salta il primo obiettivo, adesso un mese di fuoco

Violissima 27 gennaio 2017: Salta il primo obiettivo, adesso un mese di fuoco

Con l'eliminazione dalla Coppa Italia per mani del Napoli, uno degli obiettivi stagionali della Fiorentina e' andato in fumo. Forse, ad essere sinceri, era l'obiettivo piu' abbordabile sulla carta; anche se il calendario dei viola in questa edizione della coppa nazionale ha complicato tutto. I gigliati hanno disputato una buona partita in casa dei partenopei. Tuttavia, il Napoli si e' dimostrato piu' forte, soprattutto nel reparto offensivo, che ha messo in crisi svariate volte la retroguardia viola. Per la Fiorentina adesso il mese di febbraio risulta essere tanto complicato quanto decisivo. A cominciare dal match casalingo con il Genoa e il recupero con il Pescara, per poi proseguire con il doppio confronto nei sediciesimi di Europa League con il Borussia Monchengladbach. Nel mezzo i big match contro Roma e Milan. I viola pero' stanno bene fisicamente, confidando che questa condizione venga mantenuta per un febbraio che vorra' dire moltissimo della stagione della Fiorentina. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini. Ospite telefonico il pastore Avventista e tifosissimo viola Rolando Rizzo. Come sempre il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento, che si trova nella seconda lettera di Paolo ai Corinzi, capitolo 1, verso 10: Egli ci ha liberati e ci liberera' da un cosi' gran pericolo di morte, e abbiamo la speranza che ci liberera' ancora. Marco Zanini

Violissima 20 gennaio 2017: Dopo la "goduria" con la Juve serve confermarsi, con il nodo mercato...

Violissima 20 gennaio 2017: Dopo la "goduria" con la Juve serve confermarsi, con il nodo mercato...

Ancora sotto l'influenza dell'eccitazione post vittoria contro la Juventus, la Fiorentina si rituffa nel campionato con piu' di un occhio al mercato. Il caso Kalinic continua ad imperversare e ogni giorno che passa sembra che il giocatore si allontani da Firenze. Tuttavia, la palla e' in mano al giocatore, che se decidesse di restare interromperebbe di fatto la trattativa. In caso di partenza del croato, nel corso della trasmissione abbiamo elencato vari nomi di possibili sostituti, considerando inoltre che c'e' il concredo rischio di perdere anche Mauro Zarate. Sul fronte campionato, la Fiorentina dovra' confermarsi con altri tre punti dopo la splendida vittoria con i bianconeri. Sabato ore 18 c'e' il Chievo, ancora arrabbiato per l'eliminazione dalla Coppa Italia piena di decisioni arbitrali discutibili. I viola dovranno invertire la tendenza che li vede protagonisti di ottime prestazioni con le grandi squadre e molli ed incerti contro rose alla portata dei gigliati. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Claudio Coppini, Marco Zanini in regia e Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Come sempre il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento, quest'oggi dedicata alle popolazioni del centro Italia che stanno vivendo una situazione a dir poco difficile. Il testo scelto dal pastore si trova nel libro dei Salmi, capitolo 91, verso 15: A chi mi invocherà gli darò risposta; presso di lui sarò nella sventura, lo salverò e lo renderò glorioso. Marco Zanini

Violissima 23 dicembre 2016: Natale viola in agrodolce. Il mercato...

Violissima 23 dicembre 2016: Natale viola in agrodolce. Il mercato...

La Fiorentina giunge alle vacanze natalizie con un po' di rammarico per aver visto sfumare una vittoria all'ultimo istante, a causa di una grave ingenuita' che le e' costata i tre punti. Ma con la consapevolezza di aver disputato una grande prestazione, dimostrando di poter competere contro una squadra piu' forte qualitativamente. Contro il Napoli, dopo essere andati sotto per due volte, i gigliati avrebbero potuto soccombere sotto i colpi dello stellare attacco partenopeo. Invece la squadra non si e' disunita, dimostrando ancora una volta di avere carattere, e trascinata dai suoi giovani cresciuti nel vivaio (Chiesa e, soprattutto, Bernardeschi) ha ripreso in mano una partita che sarebbe stata vinta senza lo sciagurato intervento da rigore di Salcedo. Adesso c'e' la sosta nataliza, che si accendera' con i primi movimenti di calcio mercato. Negli studi di Rvs quest'oggi il ruolo di esterni difensivi e' stato individuato da tutti come necessita' piu' urgente per la Fiorentina, che a destra si ritrova a far giocare difensori centrali adattati. A sinistra invece non e' stato colmato il vuoto lasciato da Alonso, non essendo stati Milic e Olivera sinora all'altezza di sostenere l'eredita' dello spagnolo. La voce Jovetic, invece, convince sempre meno: la Fiorentina in quella posizione e' piu' che coperta, soprattutto adesso che Sousa e' tornato ad utilizzare Mauro Zarate con continuita', ricevendo indicazioni piu' che positive. A Corvino il duro compito di accendere il mercato di gennaio, nonostante Andrea Della Valle anche ieri abbia ribadito che la squadra grossomodo e' a posto cosi'. In studio gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Marco Zanini in regia e Roberto Davide Papini "influenzato" in collegamento telefonico. Da segnalare l'intervista di Davide Abiusi a Pietro e Sonia Mosca, fotografi ufficiali del Napoli. Come sempre il pastore Abiusi ci ha offerto la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento, oggi ancor piu' rilevante visto l'avvicinarsi del Natale. Proprio dell'annunciazione ai pastori della nascita di Gesu' Cristo parla il testo scelto dal pastore, testo che si trova nel libro di Luca, capitolo 2, versi 8-14: In quella stessa regione c'erano dei pastori che stavano nei campi e di notte facevano la guardia al loro gregge. E un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore risplendé intorno a loro, e furono presi da gran timore. L'angelo disse loro: «Non temete, perché io vi porto la buona notizia di una grande gioia che tutto il popolo avrà: "Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è il Cristo, il Signore. E questo vi servirà di segno: troverete un bambino avvolto in fasce e coricato in una mangiatoia"». E a un tratto vi fu con l'angelo una

Violissima 16 dicembre 2016: Sousa sbaglia formazione, i viola bruciano l'occasione di Genova

Violissima 16 dicembre 2016: Sousa sbaglia formazione, i viola bruciano l'occasione di Genova

Dopo due vittorie consecutive in campionato (prima volta nella stagione 16-17) la Fiorentina sembrava aver imboccato la strada verso quella continuita' della quale i gigliati sono alla disperata ricerca. E invece e' arrivata la sconfitta di Genova. Una brutta prestazione dei viola, messi in difficolta' in primis dalle incomprensibili scelte di formazione di Paulo Sousa. La stanchezza di tanti giocatori, innegabile attenuante date la moltitudine di partite disputate dalla Fiorentina, e l'atteggiamento molto aggressivo del Genoa, non possono giustificare un'innumerevole quantita' di esperimenti nello schieramento. A cominciare dalla scelta di Milic come esterno alto d'attacco: la partita del croato e' durata poco piu' di 20 minuti; questo dovrebbe essere eloquente su quanto le scelte dell'allenatore stavolta siano state disastrose. Peccato. Il match di Marassi era un'ottima occasione per agganciarsi al treno dell'Europa. Occasione fallita, adesso occorre ripartire al piu' presto perche' le ultime due sfide del 2016 dicono Lazio all'Olimpico e Napoli al Franchi. Sfide complicatissime contro due squadre dirette concorrenti per le prime posizioni in campionato, entrambe in grande forma. Sicuramente Sousa non riproporra' strani esperimenti, dato che decisamente non hanno pagato; percio' torneremo a vedere la solita Fiorentina aggressiva e piena di qualita', seppur discontinua nell'arco dei novanta minuti. In studio torna Marco Zanini in regia, dopo una settimana di pausa. Oltre a lui gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi e Claudio Coppini. Come sempre, dopo i pronostici di ciascuno sulla prossima partita della Fiorentina, il pastore Abiusi ci offre la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento. Il versetto si trova nella seconda lettera ai Corinzi, capitolo 8, verso 21: perche' ci preoccupiamo di agire onestamente non solo davanti al Signore, ma anche di fronte agli uomini. Marco Zanini

Violissima 9 dicembre 2016: Con il Sassuolo indispensabile fare il bis al Franchi

Violissima 9 dicembre 2016: Con il Sassuolo indispensabile fare il bis al Franchi

Dopo il 2-1 casalingo e sofferto con il Palermo, la Fiorentina incontra al Franchi il Sassuolo e non puo' perdere l'opportunita' che le offre il calendario per un bis che la riporterebbe a ridosso della zona Europa League. Per questa puntata odierna di Violissima anche un gradito ritorno in trasmissione: in collegamento telefonico Mario Agostino, giornalista e brillante commentatore sportivo, ma anche cristiano, attento osservatore del mondo che ci circonda. Dunque come sempre un'occasione per Radio Voce della Speranza per andare oltre al tema esclusivamente calcistico e cogliere spunti per condividere una riflessione piu' ampia ed evangelica con l'approssimarsi del Natale. In studio i due Abiusi,  Davide e Samuele; mentre in regia una new entry obbligata: Roberto Vacca con la maglia numero 12, in sostituzione dell'insostituibile Marco Zanini. Come sempre dopo i pronostici di ciascuno sulla prossima della Fiorentina, il pastore Abiusi ci offre la lettura di un passo biblico accompagnata da un breve commento. Il versetto si trova nel libro dei Proverbi, capitolo 17, verso 22: Un cuore allegro è un buon rimedio, ma uno spirito abbattuto fiacca le ossa

Violissima 2 dicembre 2016: Contro il Palermo obiettivo tornare a vincere in casa

Violissima 2 dicembre 2016: Contro il Palermo obiettivo tornare a vincere in casa

Sono ancora ben visibili le ferite della partita di lunedi' a San Siro. La Fiorentina infatti e' uscita malconcia dalla sfida con l'Inter, complice una disastrosa prima mezzora (chiusa sotto di tre reti) e un arbitraggio inaccettabile nel momento in cui sembrava che i gigliati potessero riprendere in mano il match. Si ha l'impressione che troppo spesso la Fiorentina approcci le partite con la mentalita' sbagliata, cominciando a giocare in ritardo rispetto al fischio d'inizio. L'ambiente non e' tra i piu' tranquilli, impantanato tra le polemiche sempre presenti nell'ambiente viola per il rinnovo contrattuale del capitano Gonzalo Rodriguez, conditi dai sempre presenti dubbi sulla permanenza di Paulo Sousa. Tutto questo mentre si avvicina una partita decisamente piu' abbordabile sulla carta, ma che proprio per questo nasconde molte insidie. Il Palermo di Zamparini, che ha appena esonerato l'ennesimo allenatore (De Zerbi) per fare spazio a Corini, e' ultimo in classifica e pieno di assenze, tra infortuni e squalifiche. Sembra una sfida facile per la Fiorentina, ma sottovalutare l'avversario (come spesso accade ai viola in questo genere di partite) puo' costare carissimo ai gigliati, che devono forzatamente vincere per uscire dalla pareggite casalinga. L'ultima vittoria in Serie A tra le mura del Franchi infatti risale al 18 settembre, 1-0 contro la Roma. Oltre ai temi caldi inerenti la Fiorentina, Violissima non poteva evitare di parlare della tragedia aerea che ha colpito la squadra brasiliana del Chapecoense. Una vicenda che gonfia di tristezza il cuore di tutto il mondo e alla quale una radio evangelica come RVS non puo' che rispondere con un passo della Bibbia, tratto dal libro dei Salmi, capitolo 46, versi 1-2: Dio è per noi un rifugio e una forza, un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si smuovono in mezzo al mare Nella puntata odierna di Violissima in studio ci sono gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 25 novembre 2016: Sguardo all'Inter, senza pensare al nuovo "caso" Sousa

Violissima 25 novembre 2016: Sguardo all'Inter, senza pensare al nuovo "caso" Sousa

Arriva un'inaspettata sconfitta per la Fiorentina in Europa League. Una Fiorentina a tratti disattenta e sprecona si e' fatta beffare all'ultimo minuto di gioco dai greci del Paok Salonicco, dopo aver recuperato uno svantaggio di due reti, finendo per perdere 2-3 tra le mura amiche. Sconfitta che non compromette nulla in ambito qualificazione, ma non consente ai viola di qualificarsi matematicamente primi con una gara di anticipo, cosa che sarebbe risultata molto utile in vista dell'ultima trasferta a Baku contro il Qarabag. Comunque sia, per uscire dall'Europa i gigliati dovrebbero perdere 6-0 contro gli azeri, mentre basta un punto per il matematico raggiungimento del primo posto in classifica. Adesso testa all'Inter, sfida cruciale perche' contro una diretta concorrente per le posizioni che valgono l'Europa. I viola arrivano alla partita a San Siro contro i nerazzurri carichi di un ottimo score in trasferta, ultimo risultato lo 0-4 nel derby con l'Empoli, ma preoccupati dal polverone alzato da Paulo Sousa riguardo alle dichiarazioni su Federico Bernardeschi. Vedremo se la squadra reagira' bene all'ennesima divergenza di posizioni tra tecnico e societa'. Nella puntata odierna di Violissima in studio ci sono gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 18 novembre 2016: Riparte il campionato viola con l'Empoli degli ex

Violissima 18 novembre 2016: Riparte il campionato viola con l'Empoli degli ex

La Fiorentina torna in campo dopo la sosta delle nazionali neanche troppo "rigenerata", visti i moltissimi giocatori viola impegnati in tutto il mondo con le squadre dei rispettivi paesi. Adesso pero' Paulo Sousa ha la squadra al completo, giusto in tempo per la sfida di domenica al Castellani contro l'Empoli; grazie alla quale la Fiorentina riabbraccera' due ex rimasti nel cuore dei fiorentina: Gilardino e Pasqual. Derby piu' sentito dalla parte azzurra che da quella viola, resta comunque una partita speciale e particolarmente importante per la Fiorentina: i gigliati infatti hanno bisogno dei tre punti per rimanere aggrappati al treno delle posizioni in classifica che contano. Probabile che il tecnico portoghese si affidi ai "titolarissimi" anche domenica, con possibili sorprese a centrocampo (dati gli impegni internazionali dei vari Badelj, Vecino e Sanchez) ed il forte dubbio Kalinic (infortunatosi durante la sfida contro la Sampdoria) che probabilmente rimarra' irrisolto fino a poco prima di domenica alle 15, orario di inizio della sfida del Castellani. Nel caso il croato non dovesse farcela spazio a Babacar, che dunque avrebbe un'altra occasione da non sbagliare per convincere Sousa ad utilizzarlo con un minutaggio piu' ampio. Nella puntata odierna di Violissima abbiamo avuto il piacere di avere Gaia Simonetti, ufficio stampa Lega Pro, in collegamento telefonico. Insieme a lei gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 4 novembre 2016: Due vittorie per ripartire, con la Samp si cerca la definitiva continuita'

Violissima 4 novembre 2016: Due vittorie per ripartire, con la Samp si cerca la definitiva continuita'

Due belle vittorie che danno la certezza di stare assistendo ad una Fiorentina in crescita. Questo hanno detto infatti le partite con Bologna e Slovan Liberec, superate brillantemente dai viola: Sousa infatti comincia a rivedere la sua vecchia squadra, quella che aveva stupito tutti. Il primo tempo a Bologna abbiamo assistito alla miglior Fiorentina stagionale, seguita da un secondo tempo non all'altezza, a tratti deludente, ma comunque di controllo. Con lo Slovan invece i gigliati hanno vinto da grande squadra: concedendo zero, giocando a bassi ritmi senza mai accelerare (per risparmiare energie preziose) e punendo ad ogni errore del modesto avversario. E' altrettanto evidente che la Fiorentina giochi meglio quando affronta squadre che non si chiudono a riccio davanti alla propria area di rigore. Per questo la partita contro la Sampdoria di domenica (ore 18) e' particolarmente insidiosa: i blucerchiati verranno al Franchi presumibilmente proprio con un atteggiamento guardingo e difensivo, per sfruttare poi le ripartenze concesse dalla squadra viola. Sara' dunque fondamentale mantenere per i novanta minuti velocita' ed intensita' di gioco (quest'ultima vero mantra di Sousa nelle ultime conferenze stampa), perche' un possesso palla a ritmi lenti contro una squadra ben organizzata come la Sampdoria puo' portare ben poco. Nella puntata odierna di Violissima abbiamo avuto il piacere di avere il capo dell'ufficio stampa dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Adam Smulevich in collegamento telefonico. Insieme a loro gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini. Marco Zanini

Pagina 1 di 512345