Festa della Riforma 2016 a Roma

festa-riforma-20162-con-logo-consultaDomenica 30 ottobre, in piazza Martin Lutero a Roma (Colle Oppio), si è tenuta la «Festa della Riforma», organizzata dalla Consulta delle chiese evangeliche del territorio romano (CCE).
La nostra emittente ha trasmesso l'evento in diretta. Durante le celebrazioni si sono susseguiti momenti di animazione per grandi e piccoli, letture bibliche e musica. La predicazione della Parola è stata a cura del pastore Fulvio Ferrario, docente di Teologia Sistematica presso la Facoltà Valdese di Teologia (Roma). Abbiamo raccolto in questo podcast alcuni dei momenti salienti delle celebrazioni.

Clicca qui per vedere le foto dell'evento.
Sulla nostra pagina Facebook è possibile inoltre guardare i live video raccolti durante le celebrazioni.

Faithbook Connessi a Gesù - Con Dio fino alla meta

Hai un sogno ma senti di non avere più le forze? Ti senti scoraggiato e pensi di non potercela fare? Dio ha per te un progetto meraviglioso! Permettigli di guidare la tua vita! Insieme a Lui puoi arrivare fino alla meta!

Spera nel Signore, sii forte e coraggioso, spera nel Signore” (Salmo 27:14).montagna_farfalla

Ascolta la riflessione di Alessia Calvagno e Daniele Amodeo su questo tema.

Convenzione tra la Chiesa avventista e il Comune di Oriolo Romano

La Chiesa avventista di Oriolo Romano ha firmato il 14 settembre un'importante Convenzione con il Comune attraverso la quale potrà continuare a svolgere al meglio le attività di culto e di servizio per la comunità sociale del piccolo centro del Lazio. Le parti sono state rappresentate in maniera ufficiale dal presidente dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste e dal Sindaco di Oriolo Romano.

In questa occasione Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma, ha raccolto alcune interviste. Ha chiesto al geom. Massimiliano Paris, dirigente responsabile per il centro-sud Italia dell’Ente Patrimoniale dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste, i punti salienti di questa Convenzione.

Mario Calvagno ha quindi interpellato Stefano Paris, presidente dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste e pastore della comunità di Oriolo Romano, su alcuni aspetti che riguardano la spiritualità e la vita sociale.

In conclusione, ascoltiamo l’intervista al sindaco del Comune di Oriolo Romano, dott. Emanuele Rallo.

Clicca qui per il video delle interviste, realizzato da Hope Channel Italia.
firma-paris_rallo
intervista_sparisintervista_mparisintervista-rallo

Racconti allo specchio - Alberto Maggi

Alberto MaggiAlberto Maggi è un religioso, teologo e biblista cattolico. Ha condotto per Radio Vaticana la trasmissione «La Buona Notizia è per tutti!». I genitori gli hanno insegnato ad essere generoso e attento ai bisogni del prossimo, ma non gli hanno impartito un’educazione religiosa. Non sono stati inizialmente molto contenti della sua decisione di diventare prete. Il suo percorso con Dio è iniziato durante il servizio militare, dopo la visione di un meraviglioso cielo stellato. I libri che Alberto Maggi ha scritto sono nati tutti per rispondere ad alcuni dubbi personali. Ai nostri microfoni racconta in maniera particolare il percorso che lo ha portato alla stesura del suo primo libro (Nostra Signora degli Eretici, Ed. Cittadella, Assisi, 2003) e l’esperienza che lo ha spinto invece a pubblicare l’ultimo (Chi non muore si rivede, Ed. Garzanti, Milano, 2013).

Intervista a cura del pastore avventista Corneliu Lupu Benone, direttore di RVS Roma.

Il Messaggero Avventista - Luglio/agosto 2016

copertina messaggero_luglioagosto2016Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di luglio-agosto.

Iniziamo dal suo editoriale dal titolo: “Effetto colabrodo - La Parola crea il dialogo”. Che cos’è il colabrodo cui ci si riferisce e in che modo e fra chi la Bibbia può creare il dialogo?

Il richiamo principale in copertina è: “Lascia entrare il mio popolo - Il nuovo esodo e il ritorno dei nazionalismi”. Si può cogliere un riferimento all’Esodo di cui parla la Bibbia. Mosè, inviato da Dio, chiede al Faraone: “Lascia andare il mio popolo”, cioè lascialo uscire dall'Egitto. Nella rivista di questo mese una riflessione sull'immigrazione in Europa con un riferimento particolare all'Austria.

La rubrica “Una parola per oggi” ospita questo mese “Le lacrime della vita - L’attesa di colui che le asciugherà” del pastore Vincenzo Castro. Le lacrime versate da ogni essere umano sono tante. Anche Gesù ha pianto, ma arriverà il momento in cui le lacrime verranno asciugate.

L’articolo “Le città nella città - L’intreccio di Babele, Sodoma e Gerusalemme nelle aggregazioni urbane del nostro tempo”, della pastora battista Anna Maffei, è accostato all'articolo del direttore, dal titolo “Gerusalemme nel Nuovo Testamento - Tra crisi e riconciliazione”. Si tratta della trascrizione di due interventi presentati nel corso di giornate di studio specifiche.

Il pastore Michele Gaudio ha scritto “L’unicità trina di Dio - Un percorso di fede tra enunciazioni, paradossi e mistero”, articolo sul tema della Trinità divina.

Proseguiamo con “Le reti della libertà - Discepolato e apostolato da Pietro ai nostri giorni”, articolo di Giuseppe Paternicò. Come si collegano le reti con la fede e con la libertà?

Nell’inserto staccabile troviamo lo studio biblico del pastore Samuele Barletta, dal titolo “Crescere in Cristo - La grazia trasformatrice di Gesù”. Seguono “Il primo amore non si scorda mai - Conversione e cambiamento”, commento al libro biblico dell’Apocalisse, una storia per bambini (“Il gallo Pedro… e il risveglio delle coscienze”) a cura del direttore della testata. Infine la scheda della pastora Silvia Vadi sul canto “As water to the thirsty”, tradotto nell'innario avventista italiano con il titolo “Com'acqua all'assetato”.

Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma.

Il ruolo della chiesa nella società, guida allo studio personale e in gruppo

SdS_2_2016"Il ruolo della chiesa nella società” è il tema del ciclo trimestrale da luglio a settembre della “Guida allo studio personale della Bibbia e alla condivisione in gruppo” tradotta e pubblicata in Italia dalle Edizioni ADV. Viene utilizzata dalle chiese cristiane avventiste di tutto il mondo, nella lingua di ogni nazione. I temi vengono studiati sulla Bibbia giornalmente a livello personale sulle tracce che vengono date e poi in chiesa, ogni sabato, vengono discussi in gruppo.

La società in cui viviamo è molto complessa per tanti aspetti. La chiesa di oggi è chiamata ad assumere un ruolo diverso rispetto a quello che poteva avere la chiesa cristiana dei primi secoli?

Le lezioni all'inizio della guida insistono sull'uomo creato a immagine e somiglianza di Dio, trasferendo questa prerogativa anche alla chiesa. In che modo questo è legato al tema del trimestre?

Gesù, nel contesto in cui definisce la chiesa “luce del mondo”, dice anche “voi siete il sale della terra”. Come si può essere “sale”?

Il fatto che Gesù si mescolasse alla gente, gente di ogni tipo, risultava scandaloso per alcuni. Ci sono anche oggi categorie di persone con cui la chiesa può entrare in contatto che potrebbero essere di scandalo per altri?

Gesù ha compassione, piange e soffre per le persone che gli stanno accanto. La chiesa oggi dovrebbe comportarsi in maniera analoga all'interno della società?

Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma, intervistano il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista” e responsabile della redazione religiosa delle Edizioni ADV.

Clicca qui per informazioni su come scaricare un approfondimento sul tema della guida allo studio.

"Dipendi da te", incontro a Roma con il prof. Giacomo Mangiaracina

locandina mangiaracinaIl Dipartimento Famiglia della Chiesa Cristiana Avventista Roma Appia (via Marino Laziale 13, Metro A Colli Albani) organizza sabato 19 marzo, alle ore 16.00, l'incontro Dipendi da te - Capire per vincere le dipendenze piccole e grandi con il prof. Giacomo Mangiaracina, medico, della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università Sapienza di Roma, presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione e direttore della rivista Tabaccologia.

In anteprima, ai microfoni di RVS Roma, un'introduzione ai temi dell'incontro. Ecco alcuni degli interrogativi che abbiamo affrontato con il prof. Mangiaracina:
- Siamo autonomi? Quando possiamo dire di essere completamente liberi?
- Riusciremo mai a liberarci dal senso di inadeguatezza che a volte ci assale?
- La dipendenza da un’altra persona può essere problematica? Può diventare una malattia?
- Quando la relazione nella coppia si ammala?
- Ci sono dipendenze "invisibili"?
- La dipendenza "da Dio": psicopatologia o terapia?”.

Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e di Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma.

Racconti allo specchio - Segni di speranza

ernesto oliveroErnesto Olivero ha fondato a Torino nel 1964 il Servizio Missionario Giovani (Sermig), insieme alla moglie Maria e ad un gruppo di giovani decisi a sconfiggere la fame con opere di giustizia, a promuovere sviluppo, a vivere la solidarietà verso i più poveri. Negli anni ’80, all’interno del Sermig, nasce la Fraternità della Speranza, costituita da giovani, coppie di sposi e famiglie, monaci e monache che si dedicano a tempo pieno al servizio dei poveri e alla formazione dei giovani, con il desiderio di vivere il Vangelo e di essere segno di speranza. Nel 1983 al Sermig viene assegnato in comodato dal Comune di Torino l’ex Arsenale Militare di Piazza Borgo Dora. Inaugurato un anno dopo, l'Arsenale della Pace è da allora luogo di solidarietà, di preghiera e di silenzio, di cultura e di formazione. Ernesto Olivero ha ricevuto per il suo impegno numerose onorificenze ed è stato proposto più volte per la candidatura al Premio Nobel per la Pace. Si racconta ai microfoni della nostra emittente attraverso un’intervista a cura del pastore avventista Corneliu Lupu Benone, direttore di RVS Roma.

La donna nella Bibbia

donna_bibbiaLa Bibbia racconta la vita di tanti uomini e di tante donne. Attraverso la lettura delle loro esperienze personali possiamo anche analizzare e comprendere la cultura del tempo. La società israelitica era patriarcale, centrata sulla tribù familiare, la cui autorità indiscussa era nelle mani del vecchio capo famiglia e in cui le altre persone occupavano posti gerarchici ben determinati. Quale ruolo era riservato alla donna? Nelle Sacre Scritture emergono con vitalità, originalità e forza varie figure di donne.

Il pastore avventista Paolo Todaro ci guida alla scoperta di quattro donne la cui storia è narrata nell’Antico Testamento: Rut, Debora, Abigail, Ester. Perché la loro esperienza è significativa anche per noi oggi? Che dire invece delle donne del Nuovo Testamento?

Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma.

Il Messaggero Avventista - Marzo 2016

copertina messaggero_marzo2016Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di marzo.

Iniziamo dal suo editoriale, dal titolo: “Affermare i valori senza negare i problemi. Donne e laicità, le sfide di una società multiculturale”.

In copertina focus sulla violenza sulle donne: “End it now. Dolore e rinascita”. Il titolo si riferisce ad una campagna della Chiesa avventista mondiale ormai in atto da qualche anno. Di cosa si tratta esattamente?

La rubrica “Una parola per oggi” ospita questo mese l’articolo “Un regno a misura di bambino. Si può dire lo stesso della chiesa?” del pastore Stefano Calà. Gesù dice che chi non avrà ricevuto il regno di Dio come farebbe un bambino, non vi entrerà affatto. Cosa significa?

“I fiori non hanno lati”, di Marko Hromis, è il resoconto di una vacanza in Iran, fuori dai soliti percorsi.

Si parla invece della Pasqua nell’articolo di Sofia Artigas Scuccimarri: “Pazzia e scandalo… se siamo ancora in grado di stupirci”. Di cosa si tratta?

Questo mese nell’inserto staccabile: uno studio biblico del pastore Samuele Barletta (dedicato alla natura dell’uomo e allo stato dei morti), un'approfondimento su una delle profezie bibliche del profeta Daniele e una storia per bambini a cura del direttore della rivista. Infine una scheda della pastora Silvia Vadi su un inno che parla di risurrezione.

Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma.

EDITORIALE – Corridoi umanitari

corridoi umanitariGrazie all'intervento della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, della Comunità di Sant’Egidio e della Tavola valdese, in accordo con i Ministeri degli Esteri e dell’Interno, è stato istituito il progetto dei corridoi umanitari. Di fronte a un’Europa al collasso e spesso assente sulle questioni dell’immigrazione, l’esperimento italiano è stato definito un progetto da imitare e da prolungare nel tempo quale esempio per tutto il continente. È la prima volta, infatti, che si assiste a un flusso migratorio controllato, con lo scopo di salvare dalle mani degli scafisti e da una possibile morte in mare migliaia di poveri in cerca di un futuro migliore.

Leggiamo nella Bibbia:

“Tratterete lo straniero, che abita fra voi, come chi è nato fra voi; tu lo amerai come te stesso; poiché anche voi foste stranieri nel paese d'Egitto. Io sono il Signore vostro Dio”. (Levitico 19:34)

Ecco come rispondere a questa emergenza epocale dell’immigrazione: accogliere, ricordando che anche noi siamo stranieri, di passaggio su questa terra. Che questo progetto italiano possa essere simbolo dell’apertura delle nostre menti e dei nostri cuori verso lo straniero.

Riflessione a cura del pastore Daniele Benini, direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale, professore incaricato di Teologia Pratica della Facoltà avventista di Teologia (FAT), direttore nazionale del network radiofonico Radio Voce della Speranza.

Foto: http://www.lastampa.it

Racconti allo specchio - Fratellanza italo-romena a Torino

Aurelia MiritaAurelia Mirita, romena, vive a Torino dal 2000 ed è presidente di “Fratia”, associazione italo-romena che svolge diverse attività di sostegno e di recupero. L’associazione è nata per rispondere alle necessità delle donne romene che, venendo in Italia per lavorare come badanti, colf o baby sitter, si sono spesso trovate in estrema difficoltà. Un episodio in particolare ha spinto Aurelia a fondare un’associazione che tutelasse le vite di queste donne. Oggi “Fratia” ha circa 700 iscritti e una novantina di volontari attivi. Fornisce sostegno per le pratiche legali, la ricerca di un lavoro e l'assistenza medica. Aurelia trova la sua forza nel continuo contatto con Dio attraverso la preghiera.

Intervista a cura del pastore avventista Corneliu Lupu Benone, direttore di RVS Roma.