Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "Doretta Boretti"

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 7 luglio 2017

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 7 luglio 2017

Apriamo l'Edicola RVS di oggi, condotta come sempre da Claudio Coppini e Roberto Vacca, trattando della crisi migratoria prendendo spunto da un articolo apparso sul Corriere: "Stop a nuovi porti per i migranti. L'Italia dice: «Reagiremo». Federica Mogherini: «La solidarieta' europea non basta»". Ne parliamo con l'ospite in studio Vittorio Fantoni, pastore avventista e docente di etica alla facolta' di teologia, e con Marco Bontempi, sociologo e docente all'Universita' degli Studi di Firenze. A seguire affrontiamo il tema della sicurezza stradale con Doretta Boretti, presidentessa della Fondazione Elisabetta e Mariachiara Onlus. Sempre dal Corriere della Sera, a firma Rinaldo Frignani: "Omicidio stradale, già trenta arresti Ma le vittime continuano a crescere". "I dati della Polstrada: in 15 mesi 388 indagati per il nuovo reato. Dall’inizio dell’anno 4,6 percento di morti in piu' in incidenti, nel 2016 erano invece in calo. Il bambino travolto a Roma e' solo l’ultimo caso. «Troppa distrazione al volante», spiega il capo della polizia". Doretta analizza luci e ombre della legge sull'omicidio stradale entrata in vigore nel marzo del 2016. Infine, l'ultimo ospite ai microfoni di Rvs e' Roberto Davide Papini, giornalista de La Nazione e membro della Chiesa valdese di Firenze. Roberto Davide Papini e' autore di un articolo che e' apparso su Riforma, il settimanale delle chiese valdesi, battiste e metodiste, dal titolo: "E se al sinodo giocassimo di piu'?". Il giornalista ha voluto fare riferimento alla carenza della dimensione ludica nel mondo cristiano, un mondo in cui la seriosita' ha spesso la precedenza, ma nel quale manca una controparte divertente e spensierata. Nel suo articolo, Papini cita l'apostolo Paolo come esempio: «Siate sempre gioiosi, non cessate mai di pregare, in ogni cosa rendete grazie, perche' questa e' la volonta' di Dio in Cristo Gesu' verso di voi» (1 Tessalonicesi 5, 16:18).     &nbsp

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 6 febbraio

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 6 febbraio

Dal 16 gennaio 2017 ha preso il via sulla nostra emittente la trasmissione radiofonica dal titolo "Buongiorno con l'Edicola Rvs", dedicata all'informazione del giorno e all'intrattenimento. Un programma in diretta curato e condotto da Claudio Coppini e Roberto Vacca, uno spazio di prima fascia mattutina (dalle 9 alle 10) dal lunedi' al venerdi', che prova a condividere e a riflettere sugli avvenimenti, le notizie e gli articoli dei giornali, con ospiti in studio e in collegamento telefonico. Nella trasmissione del 6 febbraio 2017 in studio con i conduttori Roberto Vacca e Claudio Coppini, troviamo il pastore avventista Vittorio Fantoni, docente di Etica presso la Facolta' avventista di teologia di Firenze; e in collegamento telefonico, Doretta Boretti, studiosa dei temi riguardanti la sicurezza stradale e presidente della Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini. Alla luce dell'ultima disgrazia della strada del sabato sera, avvenuta a Roma e che e' costata la vita a quattro giovanissimi tra i 17 e 18 anni, ci interroghiamo su quanto sia ancora lunga la strada per una maggiore sicurezza stradale, che non puo' prescindere dal tema dei veri valori della vita. A seguire ci ha raggiunto in collegamento telefonico anche l'imam di Firenze e presidente dell'UCOII, Izzedin Elzir, per commentare un articolo apparso sabato 4 febbraio su La Nazione dal titolo "Modello Firenze. Moschee aperte e sermoni in italiano - Convivenza e rispetto, l'accordo con l'Islam". Dopo aver letto i titoli più importanti dalla prima pagina del Corriere della Sera, nel corso della trasmissione abbiamo riflettuto su altri due articoli: "Nuove regole nella pubblica amministrazione" - ora previsti piu' controlli su malattie e assenze" e un interessante articolo di Massimo Recalcati, psicoanalista e politologo, dal titolo "Quella scissisone tra generazioni" che prende spunto dalla lettera con cui il priore della Comunita' di Bose, Enzo Bianchi ha comunicato ai suoi fratelli di lasciare la guida della comunita' da lui fondata e diretta fino ad oggi. Le proposte musicali suggerite da Giulia Granzotto e andate in onda durante la trasmissione sono "Prima di partire per un lungo viaggio" di Irene Grandi e "Made in Italy" di Antonio Ligabue

L'Altro-Binario Estate: vacanze si', ma occhio alla sicurezza stradale!

L'Altro-Binario Estate: vacanze si', ma occhio alla sicurezza stradale!

In questa puntata estiva dell'Altro-Binario Claudio Coppini e Doretta Boretti ritornano a parlare di sicurezza stradale e a darci alcuni dati relativi agli incidenti e alle vittime sulle strade del Bel Paese nei primi sei mesi del 2016. Purtroppo, nonostante le aspettative suscitate dall'introduzione della legge sull'Omicidio Stradale, i dati non sono incoraggianti. Gli incidenti sono aumentati e in particolare c'e' una crescita del 27.9 per cento di mortalita' fra i giovani sotto i trent'anni. Nel corso della trasmissione abbiamo ricevuto alcune telefonate interessanti di radioascoltatori, che ci hanno stimolato a lanciare un sentito appello alla responsabilita' personale quando si e' alla guida di un veicolo. E' un diritto sacrosanto godersi un meritato momento di vacanza e di viaggio, ma tenendo gli occhi ben aperti sulla sicurezza e sul rispetto delle regole del codice della strada. In fondo il miglior modo per renderle piu' belle per noi e per gli altri

Omicidio stradale, pene piu' dure a ubriachi e drogati al volante

Omicidio stradale, pene piu' dure a ubriachi e drogati al volante

Il disegno di legge sull’omicidio stradale supera anche la seconda lettura alla Camera, con 276 voti a favore, 20 contrari e 101 astenuti. La Lega Nord aveva annunciato il suo si' nel voto finale, attraverso la dichiarazione del deputato Marco Rondini: «Questo provvedimento, bollato come pessimo esempio di populismo penale da chi e' lontano anni luce dalla realta', al contrario rende finalmente giustizia ai parenti delle vittime». Astenuti all’ultimo giro i Cinquestelle che hanno giudicato le norme non sufficienti, ma comunque un primo passo. Astenuta anche Forza Italia. Contraria Sel. Questi i punti piu' significativi, che dovranno essere esaminati dal Senato in terza e ultima lettura: fino a 12 anni di carcere per chi uccide al volante in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe (ma in caso di omicidio plurimo e lesioni la condanna puo' essere anche di 18 anni), aumento della pena fino a due terzi per il "pirata" che fugge senza prestare soccorso, ritiro della patente fino a un massimo di 30 anni in caso di fuga, arresto in flagranza di reato (obbligatorio solo nei casi piu' gravi) e raddoppio dei termini di prescrizione (dall'articolo di Bruno Ruggiero Omicidio stradale, legge a un passo, da QN del 29-10-2015). Ne parliamo con Doretta Boretti, presidente della Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini onlus