Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "Gesù"

Faithbook Connessi a Gesù - Con Dio fino alla meta

Faithbook Connessi a Gesù - Con Dio fino alla meta

Hai un sogno ma senti di non avere più le forze? Ti senti scoraggiato e pensi di non potercela fare? Dio ha per te un progetto meraviglioso! Permettigli di guidare la tua vita! Insieme a Lui puoi arrivare fino alla meta! “Spera nel Signore, sii forte e coraggioso, spera nel Signore” (Salmo 27:14). Ascolta la riflessione di Alessia Calvagno e Daniele Amodeo su questo tema

Il ruolo della chiesa nella società, guida allo studio personale e in gruppo

Il ruolo della chiesa nella società, guida allo studio personale e in gruppo

"Il ruolo della chiesa nella società” è il tema del ciclo trimestrale da luglio a settembre della “Guida allo studio personale della Bibbia e alla condivisione in gruppo” tradotta e pubblicata in Italia dalle Edizioni ADV. Viene utilizzata dalle chiese cristiane avventiste di tutto il mondo, nella lingua di ogni nazione. I temi vengono studiati sulla Bibbia giornalmente a livello personale sulle tracce che vengono date e poi in chiesa, ogni sabato, vengono discussi in gruppo. La società in cui viviamo è molto complessa per tanti aspetti. La chiesa di oggi è chiamata ad assumere un ruolo diverso rispetto a quello che poteva avere la chiesa cristiana dei primi secoli? Le lezioni all'inizio della guida insistono sull'uomo creato a immagine e somiglianza di Dio, trasferendo questa prerogativa anche alla chiesa. In che modo questo è legato al tema del trimestre? Gesù, nel contesto in cui definisce la chiesa “luce del mondo”, dice anche “voi siete il sale della terra”. Come si può essere “sale”? Il fatto che Gesù si mescolasse alla gente, gente di ogni tipo, risultava scandaloso per alcuni. Ci sono anche oggi categorie di persone con cui la chiesa può entrare in contatto che potrebbero essere di scandalo per altri? Gesù ha compassione, piange e soffre per le persone che gli stanno accanto. La chiesa oggi dovrebbe comportarsi in maniera analoga all'interno della società? Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma, intervistano il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista” e responsabile della redazione religiosa delle Edizioni ADV. Clicca qui per informazioni su come scaricare un approfondimento sul tema della guida allo studio

EDITORIALE - A Natale il dono più importante

EDITORIALE - A Natale il dono più importante

In questi giorni c'è un grande scambio di regali. Capita però che spesso i doni siano fatti con ipocrisia, per appianare discordie che si spera di risolvere in questo modo. Nell'ottica di Dio il dono implica un impegno profondo e spesso doloroso: per amore degli uomini, ha donato suo figlio, sotto il segno del vero amore. Noi viviamo la festa circondati dall'abbondanza, Dio invece ha scelto di far nascere suo figlio in un'umile grotta per essere da sempre accanto ai più bisognosi, agli ultimi di ogni epoca. Dio ha scelto la fragilità delle fragilità. È stato con le classi più emarginate: per esempio i pastori, i primi a gioire del suo arrivo. E Dio stesso gioisce nel farsi dono. Il dono, questo insegna il Natale, non è ciò che si acquista, ma ciò che si è per l’altro. Riflessione a cura del pastore Daniele Benini, direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale e direttore nazionale del network

C'è speranza nel mondo? (prima parte)

C'è speranza nel mondo? (prima parte)

La speranza dà senso alla vita e guida i giorni dell’uomo. Senza di essa l’uomo è condannato a un’esistenza infelice, buia. Dio ha illuminato il mondo con la sua speranza. In cosa consiste? Riflessione a cura del pastore Boris Jordan Flores, all’interno di una serie di conferenze dal titolo: “Most Important Questions - Le domande più importanti”. Gli incontri sono stati organizzati dai giovani della Chiesa Cristiana Avventista filippina di Roma, e si sono tenuti presso la Chiesa Avventista di Lungotevere Michelangelo 7 a Roma

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2015

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di dicembre. In copertina leggiamo “Come in cielo così in terra - Anche a Natale”, chiaro riferimento alla preghiera del “Padre nostro”. Il regno di Dio non va solo atteso, ma va anticipato. Cosa significa? Sempre al Vangelo riconduce “La strage degli innocenti”, titolo dell’editoriale di questo mese del direttore, che ci parla dei gravi fatti di Parigi. “Guarigione senza conversione - Quando l’azione di Dio non produce gli effetti sperati”, del pastore Marco Cannizzaro, racconta un celebre episodio del Vangelo che interpella anche noi oggi. “Il discorso di Francesco al Congresso americano” è il titolo dell’intervista della redazione al pastore Davide Romano, direttore del Dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste. A quali conclusioni si giunge? Il pastore Paolo Benini, responsabile del Dipartimento Ministeri Personali della Chiesa Cristiana Avventista a livello europeo, scrive l’articolo “La Chiesa cattolica si sta riformando?”. Molte le dichiarazioni pubbliche di papa Bergoglio ben accolte in alcuni ambiti non cattolici. Altri, invece, pensano che pressoché nulla sia cambiato rispetto al passato. Come stanno le cose? C’è veramente una nuova apertura al Vangelo oppure no? Anche il numero di dicembre contiene l’inserto staccabile di quattro pagine, con altrettanti argomenti. Questo mese: “La Parola si è fatta carne - Colui che ha cambiato la storia” del pastore Samuele Barletta, due schede del direttore (“Un presepe diverso - Settanta settimane all'arrivo del Messia”, su una profezia del libro biblico di Daniele e una storia per bambini: “Isac e la mangiatoia - Un trono molto speciale”) e la scheda della pastora Silvia Vadi: “Nato è Gesù - Nel silenzio di una notte straordinaria”. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

VITE TRASFORMATE – Bartimeo, colui che sa

VITE TRASFORMATE – Bartimeo, colui che sa

Bartimeo, un cieco mendicante, saputo che Gesù stava passando proprio vicino a lui, si mise a gridare: "Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!". Molti lo sgridavano, gli dicevano di tacere, ma lui continuava: "Figlio di Davide, abbi pietà di me!". Il Messia lo notò e gli disse: "Che cosa vuoi che ti faccia?". Bartimeo rispose: "Rabbunì, che io ricuperi la vista". E Gesù: "Va', la tua fede ti ha salvato". In quell'esatto momento fu guarito. Un miracolo straordinario! Gesù vuole guarire chi ha perso la vista fisicamente, ma anche chi non vuole vedere pur potendolo fare. Gesù è venuto perché tutti si rendano veramente conto del carattere di Dio. Bartimeo era cieco, ma conosceva le Scritture molto bene. Coloro che ci vedevano avrebbero potuto, come lui, affidarsi al Messia, ma non si abbassarono a chiedere il suo aiuto. Gesù vuole stabilire una relazione con te oggi. Sei pronto a vederlo e ad accoglierlo nella tua vita? Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma, intervista il pastore avventista Marco Valenza

Settimana di Preghiera 2015: "Il tempo dell'attesa"

Settimana di Preghiera 2015: "Il tempo dell'attesa"

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, il supplemento alla rivista dedicato alle “Letture per la Settimana di Preghiera 2015". Il tema di quest'anno è: “Il tempo dell’attesa. La delicata arte di vivere tra il presente e l’eternità”. Cos’è la “Settimana di Preghiera”, come si svolge e con quali scopi? Il supplemento si presenta come una raccolta di letture, una per ogni giorno della settimana. L'articolo di apertura, dal titolo “Questo tempo è il nostro”, è a cura del presidente della Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista, il pastore Ted Wilson. Scrive che Dio manda degli avvertimenti chiari, dei segni potenti, a tutta l’umanità. Di cosa si tratta esattamente? Per quali motivi abbiamo la certezza della seconda venuta di Gesù, questa volta in maniera gloriosa, epocale e visibile in tutto il pianeta? Quanto conta l’adorazione sincera, personale e sentita nei confronti di Dio Creatore e Salvatore, nella propria esperienza di vita e nell'esperienza della salvezza per grazia mediante la fede? Il grande conflitto fra il male e il bene finisce con il ritorno di Cristo, che comporta anche la risurrezione dei morti e la vita che riprende per tutta l'eternità. Cosa succederà esattamente? Il pastore Saverio Scuccimarri è anche autore del libro tascabile “La speranza nell'Apocalisse - Il tempo presente alla luce della profezia”. Diverse letture della Settimana di Preghiera citano proprio il libro biblico dell’Apocalisse. Quanto è opportuno riscoprire oggi l’Apocalisse? E perché? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

La fonte dell'eternità

La fonte dell'eternità

"Questo è un male fra tutto quello che si fa sotto il sole: che tutti abbiano una medesima sorte […]. Difatti, i viventi sanno che morranno; ma i morti non sanno nulla, e non v'è più per essi alcun salario; poiché la loro memoria è dimenticata. E il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.[…] Tutto quello che la tua mano trova da fare, fallo con tutte le tue forze; poiché nel soggiorno dei morti dove vai, non v'è più né lavoro, né pensiero, né scienza, né sapienza” (La Bibbia, Ecclesiaste 9: 3-10). Quasi una sentenza senza via d’uscita, quella che scrive il saggio nel libro dell’Ecclesiaste. Per contro, le credenze tradizionali prospettano un aldilà in cui attualmente i morti “vivono” ed entrano in relazione con il mondo che hanno lasciato. Ma è veramente così? Quale messaggio di speranza invece viene dato da Gesù in merito alla vita eterna che lui stesso donerà a coloro che farà risorgere dalle tombe soltanto al suo ritorno? Un itinerario alla ricerca della leggendaria “Fontana dell’eterna giovinezza”, passando per lo storico Erodoto, il Paperino di Walt Disney, l’antica Cina e i territori strappati agli indigeni dopo la scoperta dell’America per approdare poi al Vangelo di Gesù e ad un’acqua molto particolare. Ce ne parla Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma e anziano della Chiesa Cristiana Avventista di Roma Appia, nella predicazione tenuta sabato 31 ottobre

EDITORIALE – 40 giorni per rinascere

EDITORIALE – 40 giorni per rinascere

In Libia ci sono oggi due governi che si combattono e una serie di fazioni armate che fanno lo stesso. È stato varato un piano europeo che prevede un periodo di 40 giorni per salvare il paese africano. Saranno proprio questi primi 40 giorni, secondo i pianificatori della Ue, a decidere le sorti della Libia. Nella Bibbia troviamo diversi episodi in cui compare il numero 40. In Esodo si dice che Mosè rimase in contemplazione di Dio per 40 giorni. In Numeri lo stesso periodo di tempo è assegnato alle spie che perlustrarono Canaan. Nel primo libro dei Re si narra l’esperienza del profeta Elia che stette, fuggiasco, 40 giorni nel deserto. Il gigante Golia sfidò per 40 giorni le truppe di Israele. Alla città di Ninive furono concessi 40 giorni per pentirsi e cambiare rotta. Nel Nuovo Testamento leggiamo di Gesù che, dopo il suo battesimo, trascorse 40 giorni nel deserto per prepararsi alla missione. Dopo la sua risurrezione stette 40 giorni con i discepoli per istruirli su come predicare il Regno di Dio. E tu? Sei pronto a vivere 40 giorni di rinascita personale? Riflessione a cura del pastore Daniele Benini, direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale

Il sorriso di Dio - Un paese di volti

Il sorriso di Dio - Un paese di volti

La pastora avventista Elisa Gravante, prendendo spunto dal libro “Il sorriso di Dio” di Don Angelo Casati, ci invita a scoprire i tratti del volto di Dio. Ci sono dei testi nella Bibbia che ci parlano del suo volto? Perché, se siamo alla ricerca del Signore, è importante ricercare anche il volto del nostro prossimo? Attraverso un episodio raccontato nel Vangelo, in cui leggiamo che Giovanni fissa il suo sguardo su Gesù (Giovanni 1:35-42), iniziamo il nostro viaggio alla scoperta di Dio. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma

Come trovare riposo quando si è stressati? (seconda parte)

Come trovare riposo quando si è stressati? (seconda parte)

La Bibbia ci invita a trovare nella nostra vita dei momenti in cui fermarci per evitare di accumulare stress. Dio ha istituito il sabato come giorno di riposo. Seguendo le sue indicazioni possiamo godere appieno della nostra esistenza e appropriarci dei benefici che il Signore vuole darci. Riflessione a cura del pastore Boris Jordan Flores, all’interno di una serie di conferenze dal titolo: “Most Important Questions - Le domande più importanti”. Gli incontri sono stati organizzati dai giovani della Chiesa Cristiana Avventista filippina di Roma, e si sono tenuti presso la Chiesa Avventista di Lungotevere Michelangelo 7 a Roma. Clicca qui per ascoltare la prima parte della conferenza

EDITORIALE – Bambini, i veri indifesi di ogni guerra

EDITORIALE – Bambini, i veri indifesi di ogni guerra

Le immagini che mostrano i media in questo periodo testimoniano di violenze e disagi in ogni parte del pianeta. Sono tutte drammatiche, ma forse la più triste, veicolata attraverso la televisione, è stata quella di un bambino palestinese che si schiera di fronte a dei soldati in gesto di sfida. Questi bambini quale futuro hanno davanti? Nella Bibbia viene raccontato che alcuni bambini vennero presentati a Gesù per farli benedire. I discepoli non erano d’accordo perché pensavano che quei piccoli avrebbero disturbato il maestro. Ma Gesù dice: "Lasciate i bambini, non impedite che vengano da me" (Matteo 19:14). Quale futuro vogliamo dare ai nostri bambini? Riflessione a cura del pastore Daniele Benini, direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale

Pagina 1 di 512345