Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "Messaggero Avventista"

Il Messaggero Avventista - Luglio/agosto 2016

Il Messaggero Avventista - Luglio/agosto 2016

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di luglio-agosto. Iniziamo dal suo editoriale dal titolo: “Effetto colabrodo - La Parola crea il dialogo”. Che cos’è il colabrodo cui ci si riferisce e in che modo e fra chi la Bibbia può creare il dialogo? Il richiamo principale in copertina è: “Lascia entrare il mio popolo - Il nuovo esodo e il ritorno dei nazionalismi”. Si può cogliere un riferimento all’Esodo di cui parla la Bibbia. Mosè, inviato da Dio, chiede al Faraone: “Lascia andare il mio popolo”, cioè lascialo uscire dall'Egitto. Nella rivista di questo mese una riflessione sull'immigrazione in Europa con un riferimento particolare all'Austria. La rubrica “Una parola per oggi” ospita questo mese “Le lacrime della vita - L’attesa di colui che le asciugherà” del pastore Vincenzo Castro. Le lacrime versate da ogni essere umano sono tante. Anche Gesù ha pianto, ma arriverà il momento in cui le lacrime verranno asciugate. L’articolo “Le città nella città - L’intreccio di Babele, Sodoma e Gerusalemme nelle aggregazioni urbane del nostro tempo”, della pastora battista Anna Maffei, è accostato all'articolo del direttore, dal titolo “Gerusalemme nel Nuovo Testamento - Tra crisi e riconciliazione”. Si tratta della trascrizione di due interventi presentati nel corso di giornate di studio specifiche. Il pastore Michele Gaudio ha scritto “L’unicità trina di Dio - Un percorso di fede tra enunciazioni, paradossi e mistero”, articolo sul tema della Trinità divina. Proseguiamo con “Le reti della libertà - Discepolato e apostolato da Pietro ai nostri giorni”, articolo di Giuseppe Paternicò. Come si collegano le reti con la fede e con la libertà? Nell’inserto staccabile troviamo lo studio biblico del pastore Samuele Barletta, dal titolo “Crescere in Cristo - La grazia trasformatrice di Gesù”. Seguono “Il primo amore non si scorda mai - Conversione e cambiamento”, commento al libro biblico dell’Apocalisse, una storia per bambini (“Il gallo Pedro… e il risveglio delle coscienze”) a cura del direttore della testata. Infine la scheda della pastora Silvia Vadi sul canto “As water to the thirsty”, tradotto nell'innario avventista italiano con il titolo “Com'acqua all'assetato”. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2015

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di dicembre. In copertina leggiamo “Come in cielo così in terra - Anche a Natale”, chiaro riferimento alla preghiera del “Padre nostro”. Il regno di Dio non va solo atteso, ma va anticipato. Cosa significa? Sempre al Vangelo riconduce “La strage degli innocenti”, titolo dell’editoriale di questo mese del direttore, che ci parla dei gravi fatti di Parigi. “Guarigione senza conversione - Quando l’azione di Dio non produce gli effetti sperati”, del pastore Marco Cannizzaro, racconta un celebre episodio del Vangelo che interpella anche noi oggi. “Il discorso di Francesco al Congresso americano” è il titolo dell’intervista della redazione al pastore Davide Romano, direttore del Dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste. A quali conclusioni si giunge? Il pastore Paolo Benini, responsabile del Dipartimento Ministeri Personali della Chiesa Cristiana Avventista a livello europeo, scrive l’articolo “La Chiesa cattolica si sta riformando?”. Molte le dichiarazioni pubbliche di papa Bergoglio ben accolte in alcuni ambiti non cattolici. Altri, invece, pensano che pressoché nulla sia cambiato rispetto al passato. Come stanno le cose? C’è veramente una nuova apertura al Vangelo oppure no? Anche il numero di dicembre contiene l’inserto staccabile di quattro pagine, con altrettanti argomenti. Questo mese: “La Parola si è fatta carne - Colui che ha cambiato la storia” del pastore Samuele Barletta, due schede del direttore (“Un presepe diverso - Settanta settimane all'arrivo del Messia”, su una profezia del libro biblico di Daniele e una storia per bambini: “Isac e la mangiatoia - Un trono molto speciale”) e la scheda della pastora Silvia Vadi: “Nato è Gesù - Nel silenzio di una notte straordinaria”. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Settimana di Preghiera 2015: "Il tempo dell'attesa"

Settimana di Preghiera 2015: "Il tempo dell'attesa"

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, il supplemento alla rivista dedicato alle “Letture per la Settimana di Preghiera 2015". Il tema di quest'anno è: “Il tempo dell’attesa. La delicata arte di vivere tra il presente e l’eternità”. Cos’è la “Settimana di Preghiera”, come si svolge e con quali scopi? Il supplemento si presenta come una raccolta di letture, una per ogni giorno della settimana. L'articolo di apertura, dal titolo “Questo tempo è il nostro”, è a cura del presidente della Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista, il pastore Ted Wilson. Scrive che Dio manda degli avvertimenti chiari, dei segni potenti, a tutta l’umanità. Di cosa si tratta esattamente? Per quali motivi abbiamo la certezza della seconda venuta di Gesù, questa volta in maniera gloriosa, epocale e visibile in tutto il pianeta? Quanto conta l’adorazione sincera, personale e sentita nei confronti di Dio Creatore e Salvatore, nella propria esperienza di vita e nell'esperienza della salvezza per grazia mediante la fede? Il grande conflitto fra il male e il bene finisce con il ritorno di Cristo, che comporta anche la risurrezione dei morti e la vita che riprende per tutta l'eternità. Cosa succederà esattamente? Il pastore Saverio Scuccimarri è anche autore del libro tascabile “La speranza nell'Apocalisse - Il tempo presente alla luce della profezia”. Diverse letture della Settimana di Preghiera citano proprio il libro biblico dell’Apocalisse. Quanto è opportuno riscoprire oggi l’Apocalisse? E perché? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Novembre 2015

Il Messaggero Avventista - Novembre 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di novembre. “Fare squadra per fare goal!” è il titolo del discorso pronunciato dal pastore Andrei Cretu in occasione dell’apertura dell’anno accademico 2015-2016 presso la Facoltà Avventista di Teologia, riportato all'interno della rivista. Si parla di un allenatore molto speciale, che non c’entra con il calcio… Come ascoltare la sua voce? Ancora di voce scrive il pastore Davide Mozzato: “La voce dell’estraneo - Sei sicuro di riconoscere il richiamo del Buon Pastore?”. “Chi muore si rivede - La speranza di chi crede” è il titolo dell’editoriale del direttore, dedicato a coloro che piangono per un lutto, commemorando a novembre i propri cari defunti. Di quale speranza si tratta? Il pastore emerito Gaetano Pispisa scrive “Daniele e i suoi compagni - Vivere a Babilonia senza subirne il fascino”. Racconta di una vicenda narrata dalla Bibbia, accaduta circa 600 anni prima di Cristo. Parla della deportazione di quattro giovani nel regno di Nabucodonosor. Cosa ci insegnano questi fatti? Matteo Calà, responsabile Reach Italia del progetto “Una stella per Songa”, scrive un articolo dal titolo “Nella mia debolezza, la potenza di Dio”. Siamo in Congo e si parla di bambini, di missione e di situazioni estreme e pericolose. Nell'inserto staccabile di quattro pagine troviamo questo mese: “Tuo padre, che tipo è? - Riflettiamo sul carattere di Dio” del pastore Samuele Barletta. Poi “Un santuario da purificare - Dio stesso libererà la sua casa” (su una profezia del libro biblico di Daniele) e la storia per i bambini “Balima - Un’asinella coraggiosa” a cura del direttore. Infine la pastora Silvia Vadi scrive ancora di musica: “Un appello glorioso - La vittoria sulla morte, la vita eterna”. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Ottobre 2015

Il Messaggero Avventista - Ottobre 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della testata “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di ottobre. In copertina è annunciato uno speciale sulla Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista del settimo giorno, che si è svolta a luglio a San Antonio (Texas). Un primo resoconto si trovava già nel numero di settembre. Cosa troviamo in più nella rivista di questo mese? Proseguiamo con l’editoriale del direttore, che prende spunto dalla “Festa dei nonni” per parlare di conflitto intergenerazionale e di possibili soluzioni. “Reclusi per paura. Prigionieri della propria mente” è l’articolo del pastore Davide Mozzato. L’autore, attraverso il racconto di una vicenda reale pubblicata dai giornali, porta chi legge a riflettere sulla prigionia della mente al giorno d’oggi. Continuiamo con “Mens sana in corpore sano. Una tavola rotonda tra varie religioni per parlare di cibo”, evento che si è svolto a Milano, come indicato nell'articolo di Roberta Vittori. Che cosa ha da dire la fede in materia di nutrizione? “Posizioni statiche o dinamiche? Il coraggio di cambiare”, articolo del pastore emerito Paolo Tramuto, invita a trovare nuovi percorsi e nuovi linguaggi nell'ambito della comunicazione del Vangelo. A partire già dallo scorso mese “Il Messaggero Avventista” contiene un inserto staccabile di quattro pagine, con altrettanti argomenti. In questo numero: “Dio, il più famoso sconosciuto” del pastore Samuele Barletta, due articoli del direttore - “Una visione bestiale. Il lato oscuro della chiesa” (su una profezia del libro biblico di Daniele) e “Leo leone. La scelta giusta non è sempre la più facile” (storia per bambini) - e “Una solida fortezza. La fede cantata di Martin Lutero” della pastora Silvia Vadi. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Settembre 2015

Il Messaggero Avventista - Settembre 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista Il Messaggero Avventista, i contenuti del numero di settembre. Iniziamo dal titolo in copertina: “Donna o danno? Un voto contro la vocazione femminile”. Si riferisce alla Conferenza Generale della Chiesa Cristiana Avventista del settimo giorno, che si è svolta nei primi giorni di luglio a San Antonio (Texas), e al tema di dibattito più importante di questi ultimi anni all'interno della chiesa avventista: la consacrazione delle donne al ministero pastorale. I delegati inviati dalle chiese avventiste di tutto il mondo hanno detto no a maggioranza. Proseguiamo con l’editoriale dal titolo: “Teologia avventista, teologia del creato - Ma qualcosa ci è sfuggito...”. Da dieci anni, in ambito ecumenico, il primo settembre è la Giornata per la custodia del creato. In che consiste la teologia avventista del creato? Poi “Bio esiste - Un manifesto contro il turbocapitalismo”, articolo del pastore Giuseppe Marrazzo. Parla dell’enciclica di papa Bergoglio “Laudato si', enciclica sulla cura della casa comune”. “Aspettare in silenzio - L’attitudine di chi crede e persevera”, scritto dal pastore tirocinante Mihai Bumbar, prende spunto da questo testo: ”È bene aspettare in silenzio la salvezza del Signore” (Lamentazioni 3:26). Il pastore Michele Abiusi e Claudio Gherardi propongono nel loro articolo una possibile diversa traduzione di Romani 10:4. Alcuni traducono “Il fine della legge è Cristo”, altri “La fine della legge è Cristo”. È chiaro che i due significati sono diversi; ma ce ne sarebbe anche un terzo, considerando meglio il contesto. Di cosa si tratta? A partire da settembre Il Messaggero Avventista contiene un inserto staccabile di quattro pagine. Qual è lo scopo di questa novità? Quali sono i contenuti? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Luglio/agosto 2015

Il Messaggero Avventista - Luglio/agosto 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista Il Messaggero Avventista, i contenuti del numero di luglio-agosto. Iniziamo con il suo editoriale dal titolo: “La forza della propaganda”, legato al suo articolo “Il razzismo in Sudafrica”. Il 18 luglio si ricorda a livello internazionale Nelson Mandela. Il pastore Scuccimarri ha voluto indagare sul periodo dell’apartheid e sul comportamento delle religioni e delle chiese, compresa quella avventista, che aderirono sostanzialmente alle leggi dello Stato. Come mai accadde questo? “Ecumenismo. Una parola che fa ancora paura - Collaborare con gli altri è parte integrante del nostro mandato” è il titolo dell’articolo del pastore Daniele La Mantia. Nell’ecumenismo ci sono opportunità o rischi? Il pastore Paolo Benini continua con la sua riflessione sul libro biblico del profeta Daniele con l’articolo “Predizione autentica”. A quali conclusioni giunge? Il pastore Hanz Gutierrez, professore di liturgia e musica presso la Facoltà Avventista di Teologia,  ha scritto l’articolo “Un dono di Dio che parla alla mente e al cuore”. Il sottotitolo è costituito da una frase di Platone: “La musica è una legge morale: essa dà un’anima all’universo, le ali al pensiero, uno slancio all’immaginazione, un fascino alla tristezza, un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose”. In che modo la Bibbia, e quindi Dio, si esprime in merito alla lode, al canto, alla musica degli strumenti e alla voce umana? Dora Bognandi, direttore aggiunto del Dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste, ci parla dell’intitolazione nella capitale di una piazza a Martin Lutero, padre della Riforma protestante. Il Comune di Roma ha identificato l’area a Colle Oppio, di fronte al Colosseo. RVS Roma ha intervistato il 15 luglio 2009 l’architetto Carlo Giliberti, membro della chiesa avventista di Roma Lungotevere scomparso circa due anni fa, proprio nel periodo in cui si fece sostenitore di questo progetto presso la chiesa avventista e presso la Consulta delle Chiese Evangeliche di Roma. Il comune capitolino ha dato da poco risposta positiva. Perché è importante una piazza dedicata a Martin Lutero?   Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma

Bombardare Auschwitz?

Bombardare Auschwitz?

Nel corso degli ultimi anni diversi storici si sono posti una domanda dai risvolti inquietanti: dei borbardamenti mirati avrebbero potuto impedire - o almeno accorciare - le sofferenze di tanti internati ebrei e non ebrei nei campi di sterminio durante la seconda guerra mondiale? Partendo da questa domanda - e da alcuni libri che di recente sono stati scritti sull'argomento - nell'articolo "Bombardare Auschwitz?" del "Messaggero avventista" (luglio 2015), Raffaele Battista, della Facolta' avventista di teologia, analizza le testimonianze dei contemporanei e i progetti fatti ma che non furono mai realizzati

Il Messaggero Avventista - Giugno 2015

Il Messaggero Avventista - Giugno 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista Il Messaggero Avventista, i contenuti del numero di giugno. Iniziamo con il suo editoriale dal titolo: “Quando finirà la missione?”. Trae ispirazione dal versetto 14 del capitolo 24 del vangelo di Matteo: “E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo, affinché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; allora verrà la fine”. Proseguiamo poi con “Abbracciati e ancorati – L’unica alternativa possibile allo scoraggiamento”, del pastore Davide Mozzato, articolo fra la realtà e la metafora. In conclusione scrive: “…l’unica [cosa] che conta davvero è che in definitiva non siamo altro che fratelli e sorelle, equipaggio di un piccolo guscio di noce nel mare in tempesta”. Carico di sentimenti delicati è “Il decalogo della solidarietà - Attenzione e cura per chi porta il peso dell’handicap”, articolo del pastore emerito Rolando Rizzo, autore di saggi e romanzi. “10 parole d’amore e di libertà - Più che divieti, sono l’annuncio del regno di Dio” è l’articolo di Giuseppe Marrazzo, pastore, insegnante e redattore. Ancora un decalogo, ma questa volta è quello “originario”: i dieci comandamenti della Bibbia. Raffaele Battista, bibliotecario e insegnante della Facoltà Avventista di Teologia, questo mese scrive “Un altro olocausto - Il massacro armeno. Correvano gli anni 1915-1923. Fu genocidio?”. La recente commemorazione del centesimo anniversario del secondo massacro armeno ha suscitato aspre polemiche da parte del presidente turco. Cosa viene detto all’interno dell’articolo? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Maggio 2015

Il Messaggero Avventista - Maggio 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista Il Messaggero Avventista, i contenuti del numero di maggio. Iniziamo con il suo editoriale: “Siamo pronti a lavare i piedi?”. Si parte da diverse tracce per arrivare ad un percorso unico che conduce all’accoglienza dell’altro. L’accoglienza è anche il tema dell’articolo “iCOR, chiesa rifugio. La sfida di accogliere, il bisogno di amare”. Di cosa si tratta? “La confessione dei peccati” è la seconda parte dell’articolo del pastore Michele Abiusi e di Claudio Gherardi. Si parla di battesimo. Raffaele Battista, bibliotecario della Facoltà Avventista di Teologia, questo mese scrive “Meriti l’ergastolo, ma…”. Si tratta di un breve resoconto di alcuni episodi avvenuti in Italia negli anni del terrorismo. Ma soprattutto ricorda come molte delle pesanti condanne per quei terribili fatti di sangue siano state ridotte fino a giungere alla scarcerazione di diversi dei condannati. Quali sono le conclusioni a cui giunge l’autore dell’articolo? “L’eredità più importante” allude ad una delle trasmissioni televisive di Carlo Conti. Di lui scrive in questo articolo Ismaele Di Maggio. Ci consegna uno spaccato di vita del noto presentatore attraverso il suo libro “Si dice babbo!”, con le serie difficoltà familiari da lui vissute in passato. Ma ci parla anche di un insospettabile sentimento religioso manifestato da Carlo Conti. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Aprile 2015

Il Messaggero Avventista - Aprile 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di aprile. Iniziamo con il suo editoriale, dal titolo “Buona Pasqua!”. Comincia con il parlare di tempo ciclico e di tempo lineare per poi giungere a quello che è l’insegnamento della Pasqua. In copertina troviamo “Pasqua - Risurrezione e liberazione. La sofferenza di un popolo, la croce di Cristo” e una citazione di Marc Chagall: «Mi è sempre sembrato e mi sembra tuttora che la Bibbia sia la principale fonte di poesia di tutti i tempi. Da allora, ho sempre cercato questo riflesso nella vita e nell'arte. Per me, come per tutti i pittori dell’Occidente, essa è stata l’alfabeto colorato in cui ho intinto i miei pennelli». Come si legano tra loro la Pasqua e le parole del grande artista? A seguire “Il nostro più grande bisogno? Una fede autentica”, articolo del pastore Calogero Furnari. È introdotto da una frase di Gesù: «Beati piuttosto quelli che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica! [...] Guai a voi, dottori della legge, perché avete portato via la chiave della scienza! Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l’avete impedito» (Luca 11:28,52).  Come ottenere una fede autentica e non di facciata? “La confessione dei peccati - Ciò che la Bibbia insegna sull’esame di coscienza” è il titolo dell’articolo del pastore Michele Abiusi e di Claudio Gherardi. Quale insegnamento possiamo trarre dalla Sacra Scrittura in merito a questo tema? Raffaele Battista, bibliotecario della Facoltà Avventista di Teologia, questo mese scrive di “Ben Carson, un medico avventista in corsa alla Casa Bianca”. Di cosa si tratta? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Marzo 2015

Il Messaggero Avventista - Marzo 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di marzo, prevalentemente dedicato alla donna. Iniziamo con l’editoriale, affidato questo mese a Franca Zucca, responsabile del Dipartimento Ministeri Femminili della Chiesa Cristiana Avventista, incentrato su date particolari e problematiche varie che riguardano le donne in Italia e all'estero, nella società e nelle chiese. Delle sfide della donna negli stessi ambiti si occupano anche altri articoli all’interno della rivista. Quali aspetti vengono trattati nello specifico? Rolando Rizzo, pastore emerito e scrittore, firma “Le donne brutte non esistono - No a parametri di bellezza fittizi e razzisti”. A quali conclusioni giunge l’articolo? Proseguiamo poi con “Dammi da bere”, scritto da quattro donne, pastore di altrettante denominazioni cristiane, che parla della samaritana. Poi l’articolo di Ismaele Di Maggio su “Io ci sono”, libro di Lucia Annibali, giovane avvocatessa sfregiata dall’acido per smania di possesso nei suoi confronti da parte di un uomo, pubblicato da Rizzoli recentemente. Infine un commento del direttore ad una citazione inserita in copertina: “Essere donna è così affascinante. È un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai. Avrai tante cose da intraprendere se nascerai donna. Per incominciare, avrai da batterti per sostenere che se Dio esiste potrebbe anche essere una vecchia coi capelli bianchi o una bella ragazza” (Oriana Fallaci). Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Gennaio 2015

Il Messaggero Avventista - Gennaio 2015

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di gennaio. Iniziamo con “Che la luce di Cristo sia in noi”, riflessione spirituale a cura del pastore Davide Abiusi. Le promesse bibliche rischiarano il buio dell’esistenza. Siamo pronti a farle nostre in questo nuovo anno? Proseguiamo con la recensione (a cura di Ismaele Di Maggio) di “Quando tutto questo sara' finito”, ultimo libro di Gioele Dix. Il noto attore, regista e scrittore, racconta la commovente vicenda della sua famiglia nell’Italia delle leggi razziali. Poi “La piccola luce che conduce alla Bibbia”, del pastore Saverio Scuccimarri. A 100 anni dalla scomparsa di Ellen White, donna a cui la Chiesa Avventista riconosce il dono di profezia, alcune considerazioni sul suo ministero e sul valore dei suoi scritti. Infine uno sguardo agli incontri che si sono tenuti in varie citta' del nostro paese per celebrare i 150 anni della Chiesa Cristiana Avventista in Italia. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2014

Il Messaggero Avventista - Dicembre 2014

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di dicembre. Iniziamo dal suo editoriale: “Gesu' bambino, dalla tenerezza allo scandalo”.  Troviamo un confronto del racconto biblico della nascita di Gesu' con Terre des hommes. Cosa c’entra il modo in cui Gesu' e' venuto al mondo con questa fondazione che da oltre cinquant’anni si batte per i diritti, la salute e l’incolumita' dei bambini sotto ogni forma? Proseguiamo con la rubrica “Una parola per oggi”, in cui questo mese troviamo l’articolo “Conoscere Dio - Le strade che conducono a Dio sono tante, quanti sono i passi sulla terra e le vie del proprio cuore”, scritto dal pastore emerito Angelo Battista. Cosa significa conoscere Dio? La Chiesa Avventista a livello mondiale discute ormai da molto tempo dell’opportunita' o meno di istituire il ministero pastorale delle donne. Su questo tema il Messaggero Avventista pubblica un articolo molto “pratico” di Claudio Daniel Marangone. Di cosa si tratta? “Il mio motto” e' l’articolo di Davide Pizzi, basato sul testo biblico di Efesini 4:29 che afferma: “Nessuna cattiva parola esca dalla mia bocca”. Turpiloquio, parolacce e volgarita' sembrano essere molto di moda oggi. Come applicare invece l’invito biblico? Cosa possiamo apprendere dalla “scuola di Gesu'”? Concludiamo con “Il finito di fronte all’Infinito”, un dialogo tra il past. Saverio Scuccimarri e il prof. Daniel Scarone (autore del libro “Il Dio che adoriamo”, Edizioni ADV), sui temi relativi alla divinita' di Cristo e alla personalita' dello Spirito Santo. Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Il Messaggero Avventista - Novembre 2014

Il Messaggero Avventista - Novembre 2014

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di novembre. Iniziamo dal suo editoriale: "E tu, di che segno sei?". Si tratta di un invito a guardare a cio' che e' positivo in un mondo in cui tutto sembra essere negativo, a partire dalle "guerre e rumori di guerre", cosi' come dice Gesu' nel Vangelo. Nella rubrica, "Una parola per oggi", troviamo questo mese l'articolo del pastore Jose' Luis Voter, dal titolo "Un disperato bisogno di speranza". Prende spunto da una frase pronunciata dal paralitico del Vangelo, che risponde a Gesu': "Io non ho nessuno". Un'esperienza terribile per tutti, quella di sentirsi abbandonati, che puo' sfociare nella disperazione. La Chiesa Cristiana Avventista compie, in Italia, 150 anni dalla sua nascita. Si parla di un episodio particolare nell'articolo "Dalla piazza al Parlamento". Di cosa si tratta? Ismaele di Maggio, laureato al DAMS, racconta una storia di vita tratta dal libro: "Ti ricordi la casa rossa? - Lettera a mia madre" del popolare attore Giulio Scarpati. In tante famiglie l'Alzheimer miete vittime e taglia il filo dei ricordi piu' belli. Scarpati ha cercato di reagire e di fissare i ricordi familiari comuni in questo volume. Infine "ISIS. Persecuzione e morte per tutti. Un segno dei tempi?" di Raffaele Battista, bibliotecario della Facolta' Avventista di Teologia. L'ISIS, l'autoproclamato "Stato islamico dell'Iraq e della Siria", rappresenta solo l'ultimo dei portatori d'intolleranza religiosa nella realta' attuale. Quali riflessioni troviamo in questo articolo? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma

Settimana di Preghiera 2014: "Solo il metodo di Cristo - Servire gli altri come fece ”

Settimana di Preghiera 2014: "Solo il metodo di Cristo - Servire gli altri come fece ”

Anche quest’anno è stato pubblicato il supplemento alla rivista "Il Messaggero Avventista” dedicato alle letture per la Settimana di Preghiera. Il titolo del 2014 è: "Solo il metodo di Cristo - Servire gli altri come fece ”. La "Settimana di Preghiera” coinvolge tutte le chiese avventiste del mondo. Come si articola e con quali scopi? Quanto è importante la preghiera nella nostra vita? Il supplemento contiene diverse letture, una per ogni giorno della settimana. Troviamo all’interno temi ricorrenti: quello dell’essere umano come insieme (olistico), la salute del corpo legata alla salute della mente e dello spirito, l’alimentazione e le scelte di vita che fanno da base. E c’è la Bibbia che sin dall’antichità parla del profeta Daniele e del suo legame totale con Dio. "Vi ho detto queste cose affinché la mia gioia dimori in voi, e la vostra gioia sia completa” (Giovanni 15:11). È a pronunciare queste parole. Chissà perché di solito si è abituati a pensare a lui come ad una persona triste. Molti cristiani sono così, purtroppo. La gioia invece è legata alla lode, alla gratitudine, alla fede, alla guarigione, al servizio. Come impadronirsene? Tutti abbiamo bisogno gli uni degli altri. stesso dà un mandato a tutti coloro che hanno cominciato a conoscerlo: andare ed insegnare agli altri ciò che si è imparato e trasmettere la propria esperienza di vita. Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma, intervistano il pastore Saverio Scuccimarri, direttore del mensile "Il Messaggero Avventista”

Il Messaggero Avventista - Settembre 2014

Il Messaggero Avventista - Settembre 2014

Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, nuovo direttore della rivista "Il Messaggero Avventista", i contenuti del numero di settembre. Il primo articolo che citiamo è inserito nella rubrica "Una parola per oggi”. Scritto da Silvia Vadi, responsabile promozione corsi biblici per corrispondenza ("Scegli ” e altri), si intitola: "Amici, nel sogno di Dio per il mondo”. In che modo si diventa amici di Dio? A seguire una lettera aperta del direttore della rivista con osservazioni fraterne sul pontificato di papa Francesco, osservazioni che esprimono certe critiche ma anche qualche convergenza e alcuni auspici. Quali sono? Uno dei paragrafi della lettera si riferisce alle canonizzazioni di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII. Il tema viene toccato più approfonditamente in un articolo a parte del pastore Paolo Benini. Cosa dice la Bibbia sulla santificazione? Chi sono i santi? Chi deve essere santo? "La decima cristiana” è il titolo dell’articolo del pastore Michele Gaudio. Che cos’è la decima? Perché Dio ne richiede la restituzione? Poi uno sguardo al dibattito sulla consacrazione della donne al ministero pastorale all’interno della chiesa cristiana avventista. Altro tema affrontato nel Messaggero Avventista di settembre è il rispetto del sabato come giorno di riposo biblico. Se ne parla in due articoli. Uno di Simone Venuti, giovane avventista arbitro di calcio, dal titolo: "Un test di fedeltà”. L’altro è un’intervista a Dora Bognandi e Davide Romano, primi responsabili del dipartimento Affari pubblici e Libertà religiosa, dal titolo: "Oggi è sabato e non vado a scuola”. Cosa possiamo dire sul quarto dei dieci comandamenti, così importante nella vita di ogni avventista? Intervista a cura di Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma