Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "Pap Diaw"

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 24 luglio 2017

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 24 luglio 2017

Apriamo l'Edicola del 24 luglio, condotta anche oggi da Claudio Coppini con Marco Zanini in regia, partendo da un editoriale apparso sulla prima pagina di Repubblica, "Roma, il piano per superare la crisi idrica" - "La Regione: evitare il razionamento; a ruota dieci regioni si apprestano a chiedere al governo l'intervento per emergenza straordinaria". Ne parliamo con Giovanni Varrasi, ambientalista e per un quinquennio capogruppo dei Verdi in consiglio comunale a Firenze. Varrasi ci fa un breve profilo storico delle opere strutturali pensate e costruite nell'antica Roma, che aveva al centro proprio l'importanza e la cura degli acquedotti e delle vie di comunicazione.. Questo ci aiuta, dice Varrasi, a capire quanto sarebbe fondamentale oggi riqualificare tutta la rete idrica nazionale, che ha perdite stimate oltre il 40%. Insomma, non è accettabile che un Paese civile e avanzato si debba ritrovare sempre a combattere continue emergenze. A seguire ci ha raggiunto Pap Diaw, rappresentante storico della Comunità senegalese toscana, con il quale torniamo su un tema che fino a qualche giorno fa era costantemente sulle pagine dei giornali: la legge sullo Ius soli e la situazione sbarchi dei migranti. Per quanto riguarda la legge, Diaw vive la situazione che si e' andata a delineare come un tradimento; in particolare, e' una sconfitta per tutti quei giovani nati in Italia, che hanno studiato in Italia e si ritrovano disconosciuti dal Paese che sentono proprio. Una situazione che Diaw definisce "imbarazzante", oltre che fortemente ingiusta. L'ultimo ospite che ci ha raggiunto e' Isabella Mancini, di Donne Nosotras, con la quale commentiamo un articolo a firma Giampaolo Cadalanu apparso "inaspettatamente" sulla prima pagina di Repubblica, dal titolo: "Silya, l'eroina dell'ultima primavera araba - in Marocco cresce la protesta della Comunità berbera". "Salima Ziani, una giovane donna di ventitre' anni, piu' conosciuta nel mondo della musica marocchina con il nome berbero di Silya, non si piega. La cantante rinchiusa nella prigione di Oukacha di Xasblanca, ha deciso di contestare l'arresto nel modo più radicale possibile, rifiutando il cibo". Abbiamo utilizzato l'avverbio "inaspettatamente" in quanto, come sottolinea Isabella Mancini, capita di rado che i media diano rilievo a situazioni come questa, nelle quali le donne sospingono primavere arabe. Edicola RVS è un programma ideato e condotto da Claudio Coppini e Roberto Vacca con la collaborazione in regia e in voce di Marco Zanini

In nome di Dio, clemente e misericordioso 14

In nome di Dio, clemente e misericordioso 14

In onda il 17 maggio 2017 su RVS-Firenze la quattordicesima puntata della serie dal titolo "In nome di Dio, clemente e misericordioso". Si tratta di una serie di trasmissioni con cadenza quindicinale che cerca di portare all'attenzione dell'opinione pubblica l'esigenza di conoscere meglio la realta' della fede islamica, cosi' come e' vissuta concretamente da migliaia di persone nelle nostre citta', con semplicita' e devozione. Si inserisce nel tentativo promosso da tante associazioni e movimenti cristiani e laici di allentare le tensioni provocate dalla sensazione di "diversita'", spesso esasperata da terribili fatti criminali che colpiscono tutti, i musulmani innanzitutto, e che rischiano di far deragliare il processo di convivenza tra fedi e culture diverse nel nostro Paese. La trasmissione e' realizzata in collaborazione con i giovani della comunita' islamica di Firenze e si compone di tre "sezioni": "l'ABC dell'Islam", "facciamo chiarezza" e "uno sguardo ai giornali".  Nella prima parte parliamo del Corano con Hamdan Al-zeqri, giovane yemenita che vive in Italia ormai da 13 anni, mediatore culturale, insegnante di lingua araba e animatore dei giovani della comunità islamica fiorentina. A Hamdan Claudio Coppini chiede anche la posizione della fede islamica circa gli atti violenti fatti in nome di Dio. Per "Facciamo chiarezza" presentiamo una breve intervista a Pap Diaw, esponente musulmano della comunita' senegalese fiorentina, sul progetto di una moschea a Firenze. Infine Giovanni Sarubbi, direttore della rivista on line  ildialogo.org, ci propone alcuni articoli (di segno diverso) pubblicati sulla stampa italiana in relazione ai musulmani nel nostro Paese e alla liberta' religiosa in generale. Questo programma, che ha un'evidente valenza di servizio pubblico, e' frutto di un convegno della serie "disabilita il pregiudizio" che si e' svolto a Firenze nell'ottobre del 2015, promosso da Radio Voce della Speranza con il contributo dell'otto per mille della Chiesa avventista e prende le mosse dalla constatazione di un deficit di formazione e informazione da parte del sistema radiotelevisivo pubblico, che ci auguriamo sia presto superato rendendo superflue queste trasmissioni offerte gratuitamente da un'emittente evangelica, nello spirito della famosa frase di Gesu' "tutte le cose che voi volete che gli uomini vi facciano, fatelo anche voi a loro, perche' questa e' la legge e i profeti" (Mt 7,12) &nbsp