Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "perdono"

"Non lo odio, lo perdono. Ma la sentenza e' giusta"

"Non lo odio, lo perdono. Ma la sentenza e' giusta"

“Ventisei anni sono pochi”. Le urla dei familiari alla lettura della sentenza De Santis sono le stesse del popolo dei social che ha commentato la notizia sulla pagina facebook dell’Associazione Ciro Vive. “Stiamo vicini a papa' Giovanni e mamma Antonella”, questo l’appello lanciato nelle ore precedenti il verdetto. Tanti i messaggi di incoraggiamento. “Ma volevamo l’ergastolo”, commentano in molti. La sentenza e' arrivata dopo quattro ore di Camera di Consiglio. La Corte d’Assise di Roma ha ritenuto Daniele De Santis responsabile di omicidio volontario per la morte di Ciro Esposito, avvenuta il 3 maggio di due anni fa. Esposito fu ferito poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e mori' dopo un'agonia durata 53 giorni. “Doveva restare in galera tutta la vita”, cosi' a caldo papa' Giovanni. Piu' sereno, invece, il commento di Antonella Leardi.  “La pena inflitta e' congrua e giusta, per De Santis non provo odio perche' l’ho perdonato”, e' il commento della madre di Ciro Esposito, Antonella Leardi (da un articolo di Pasquale Tina su Repubblica  del 24 maggio 2016). Sul delicato tema della rabbia, dell'odio e del perdono di fronte ai casi drammatici della vita, parliamo con Samuele Orsucci, psicologo e psicoterapeuta La mamma Antonella Leardi (ansa)

VITE TRASFORMATE – Giona, il ribelle

VITE TRASFORMATE – Giona, il ribelle

Giona è un giovane nel pieno delle sue forze e delle sue facoltà. Il Signore lo chiama a evangelizzare Ninive, la capitale del popolo degli Assiri, oppressori di Israele. Ma Giona si rifiuta. Non si tratta di un rifiuto dettato dalla razionalità, ma è il puro essere ribelli a Dio. Non approva la sua volontà, il suo essere misericordioso con gli abitanti di Ninive. E allora fugge. Arriva perfino ad essere inghiottito dal mare, ma il Signore anche lì lo trova, nulla gli è nascosto. Anche tu forse sei fuggito, sei scappato da Dio. Il Signore non ti ha dimenticato. Giona è l’esempio vivente della conversione dalla morte alla vita. Come puoi vivere anche tu un’esperienza di autentica rinascita? Sei pronto ad accettare il suo perdono e la sua misericordia nei tuoi confronti e in quelli dei tuoi nemici? Mario Calvagno, caporedattore di RVS Roma, intervista il pastore avventista Marco Valenza