Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "Roberto Davide Papini"

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 16 marzo 2017

Buongiorno con l'Edicola Rvs del 16 marzo 2017

All'Edicola di oggi, i conduttori Claudio Coppini e Roberto Vacca, con i loro ospiti in studio e in linea telefonica, provano a riflettere su alcuni articoli che li hanno particolarmente colpiti tra le pagine della Nazione - QN e del Corriere della Sera. Primo ospite e' Roberto Davide Papini, giornalista de La Nazione - QN, con il quale proviamo a riflettere sul risultato delle elezioni politiche in Olanda, sulla tenuta dell'Unione Europea e sui primi mesi della politica americana a guida Trump. In studio con noi il pastore avventista e docente di Etica alla Facolta' avventista di teologia, Vittorio Fantoni. Nel corso della trasmissione ci raggiunge in collegamento telefonico anche il direttore della rivista Testimonianze, Severino Saccardi, per commentare un ultimo articolo, di una lunga serie, apparso su Avvenire sul fenomeno del gioco d'azzardo e la ludopatia. E infine, una riflessione sul perdono, il senso e il percorso del perdono prendendo spunto da un grave episodio di violenza di genere

Si deve sempre dire la verita'?

Si deve sempre dire la verita'?

In questa puntata de l'Altro-Binario, prendiamo spunto dal caso di un sopravvissuto alla recente tragedia aerea in cui sono morti quasi tutti i giocatori della squadra brasiliana del Chapecoense. E' stato corretto non dire nulla a Claudio Vinck Neto, uno dei sopravvissuti, su quanto e' successo, non rispondendo alle sue incalzanti domande? La psicologa che lo ha in cura e' stata categorica con tutti, ordinando per la salute del paziente e il suo recupero di non dire niente della tragedia. Insomma di tenere sospesa la verita'. I due conduttori, Claudio Coppini e Roberto Vacca, hanno voluto provare ad affrontare una tematica così ampia e complessa che porta inevitabilmente a parlare dell'atteggiamento da assumere di fronte a quanti hanno poco da vivere e delle cure di fine vita. Per farlo si sono avvalsi di tre figure diverse: un giornalista, Roberto Davide Papini, un medico-cardiologo, il professor Marco Ricca, e un pastore d'anime, Massimo Aprile. Ne e' scaturito un dialogo interessante e variegato, con riflessioni che lasciano molto piu' spazio alle domande che alle risposte, anche per chi come nel caso del medico, ha una lunga esperienza umana e professionale sulle tematiche di fine vita

Violissima 2 dicembre 2016: Contro il Palermo obiettivo tornare a vincere in casa

Violissima 2 dicembre 2016: Contro il Palermo obiettivo tornare a vincere in casa

Sono ancora ben visibili le ferite della partita di lunedi' a San Siro. La Fiorentina infatti e' uscita malconcia dalla sfida con l'Inter, complice una disastrosa prima mezzora (chiusa sotto di tre reti) e un arbitraggio inaccettabile nel momento in cui sembrava che i gigliati potessero riprendere in mano il match. Si ha l'impressione che troppo spesso la Fiorentina approcci le partite con la mentalita' sbagliata, cominciando a giocare in ritardo rispetto al fischio d'inizio. L'ambiente non e' tra i piu' tranquilli, impantanato tra le polemiche sempre presenti nell'ambiente viola per il rinnovo contrattuale del capitano Gonzalo Rodriguez, conditi dai sempre presenti dubbi sulla permanenza di Paulo Sousa. Tutto questo mentre si avvicina una partita decisamente piu' abbordabile sulla carta, ma che proprio per questo nasconde molte insidie. Il Palermo di Zamparini, che ha appena esonerato l'ennesimo allenatore (De Zerbi) per fare spazio a Corini, e' ultimo in classifica e pieno di assenze, tra infortuni e squalifiche. Sembra una sfida facile per la Fiorentina, ma sottovalutare l'avversario (come spesso accade ai viola in questo genere di partite) puo' costare carissimo ai gigliati, che devono forzatamente vincere per uscire dalla pareggite casalinga. L'ultima vittoria in Serie A tra le mura del Franchi infatti risale al 18 settembre, 1-0 contro la Roma. Oltre ai temi caldi inerenti la Fiorentina, Violissima non poteva evitare di parlare della tragedia aerea che ha colpito la squadra brasiliana del Chapecoense. Una vicenda che gonfia di tristezza il cuore di tutto il mondo e alla quale una radio evangelica come RVS non puo' che rispondere con un passo della Bibbia, tratto dal libro dei Salmi, capitolo 46, versi 1-2: Dio è per noi un rifugio e una forza, un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si smuovono in mezzo al mare Nella puntata odierna di Violissima in studio ci sono gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Marco Zanini

Violissima 28 ottobre 2016: Altro passo falso viola, ora il Bologna

Violissima 28 ottobre 2016: Altro passo falso viola, ora il Bologna

Aveva illuso tutti la bella vittoria di Cagliari, poi pero' la Fiorentina e' tornata ad incappare nell'ennesimo incidente di percorso: il pareggio contro il Crotone lascia amareggiata la piazza viola, dato che i calabresi sono ultimi in classifica con due punti all'attivo, dei quali il secondo conquistato proprio contro i viola mercoledì. Le attenuanti di tale risultato sono state spiegate da Paulo Sousa subito dopo il match: il campo pesante non ha aiutato una squadra tecnica come la Fiorentina; inoltre l'interruzione del match per quasi un'ora ha generato un evidente calo di tensione nei giocatori scesi in campo con la maglia viola. Entrambe motivazioni giuste, ma che non sono sufficienti a spiegare un pareggio in casa contro una delle squadre piu' deboli del campionato, soprattutto considerando i risultati altalenanti ottenuti sin qui dalla Fiorentina. Adesso la squadra di Sousa e' attesa dall'ennesimo riscatto contro il Bologna, in un'altra partita da non sbagliare per non perdere troppo contato con l'Europa. Nella puntata odierna di Violissima abbiamo avuto il piacere di avere Niccolo' Dainelli e Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Insieme a loro gli immancabili Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini. Il verso biblico scelto dal pastore Avventista Davide Abiusi per questa puntata vuole essere una preghiera per le popolazioni colpite dall'ennesimo terremoto nel centro Italia, e si trova nel libro dei Salmi, capitolo 46, versi 1-3: Dio è per noi un rifugio e una forza, un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si smuovono in mezzo al mare, se le sue acque rumoreggiano, schiumano e si gonfiano, facendo tremare i monti. Marco Zanini

Violissima 7 ottobre 2016: Risultati altalenanti per la Fiorentina, come risolvere i problemi in attacco?

Violissima 7 ottobre 2016: Risultati altalenanti per la Fiorentina, come risolvere i problemi in attacco?

La brutta sconfitta di Torino lascia una grande amaro in bocca nei tifosi viola, perche' la Fiorentina da tempo mostra gli stessi problemi, senza riuscire a superarli. Oltre ai grossolani errori difensivi, la maggior problematica fino ad oggi e' stata indubbiamente la sterilita' in attacco della squadra viola, che risale addirittura alla seconda parte della passata stagione, e che sembra arrivata ad un punto critico. Esclusa la partita con il Qarabag (in cui i viola hanno si' segnato 5 reti, ma in superiorita' numerica) la Fiorentina in campionato e' andata in gol sei volte in sette partite, bottino decisamente misero per una squadra che aspira a confermare il proprio posto in Europa. Soprattutto considerando che le poche reti segnate vanno di pari passo con le difficolta' dei viola ad arrivare a tirare pericolosamente in porta. Cosa deve fare Paulo Sousa? Continuare ad insistere con la stessa formazione aspettando che la condizione cresca ed i suoi uomini di fiducia si riprendano dal momento difficile? Oppure cercare di cambiare qualcosa per aumentare il peso in attacco, anche a costo di rischiare di sbilanciare leggermente la squadra? Il dibattito e' aperto, il dato di fatto sono i soli otto punti raccolti finora in campionato (sebbene con una partita in meno), ben dieci in meno rispetto all'entusiasmante inizio di stagione 2015-2016. Ospiti odierni a Violissima Gaia Simonetti in collegamento telefonico, ufficio stampa Lega Pro, con la quale abbiamo parlato delle molteplici belle iniziative che la vecchia Serie C ha in agenda per la stagione 2016-2017. Maurizio Caracciolo, direttore della casa editrice ADV e grande tifoso viola, e' invece stato nostro ospite in studio. Accanto a lui lo staff di Violissima: Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini. Il verso biblico scelto da Claudio Coppini per questa puntata si trova nel libro di Isaia capitolo 40, versi 30-31: I giovani si affaticano e si stancano; i più forti vacillano e cadono; ma quelli che sperano nel Signore acquistano nuove forze, si alzano a volo come aquile, corrono e non si stancano, camminano e non si affaticano. Marco Zanini

Violissima 30 settembre 2016: "Manita" al Qarabag, adesso pero' a Torino per confermarsi

Violissima 30 settembre 2016: "Manita" al Qarabag, adesso pero' a Torino per confermarsi

La sterilita' in attacco della Fiorentina si e' interrotta con la partita di Europa League: sono infatti state cinque reti segnate agli azeri del Qarabag, peraltro tutte realizzate da attaccanti. Ma la partita di coppa non puo' essere una vera e propria dimostrazione del superamento dei problemi della Fiorentina: fin quando si e' giocato in undici contro undici il Qarabag ha messo in seria difficolta' la Fiorentina, che ha cominciato a dominare la partita solo in superiorita' numerica. Un particolare sorriso pero' lo lascia la doppietta di Zarate: dopo i gravi problemi familiari che ha dovuto passare, tutto il popolo viola e' contento di vederlo tornare a segnare, sperando che il peggio se lo sia lasciato alle spalle. Una prova ben piu' dimostrativa del momento della Fiorentina la dara' la partita di domenica ore 18 contro il Torino. I granata vengono da una splendida vittoria con la Roma in cui hanno ritrovato i gol di Belotti, vera e propria arma in più del Toro di Mihajlovic e pericolo numero uno per la difesa viola. La Fiorentina dovra' prestare attenzione alle ripartenze micidiali dei granata ma cercare comunque di fare la partita, per riuscire finalmente a sbloccarsi a livello realizzativo anche in campionato e porre fine alle difficolta' incontrate finora sottoporta. Ospite odierno a Violissima Marco Perassi, gestore del bar "Vincaffe' Sport" a Torre Pellice e soprattutto grande tifoso granata, che provera' a vincere la Bibbia Viola con il suo pronostico di Torino-Fiorentina. Il verso biblico scelto dal pastore Davide Abiusi per questa puntata si trova nella lettera di Paolo ai Romani, capitolo 1, verso 16: Infatti non mi vergogno del vangelo; perche' esso e' potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede; del Giudeo prima e poi del Greco Ad accompagnarvi in questi 40 minuti insieme Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Roberto Davide Papini e Marco Zanini in regia. Marco Zanini

Violissima 9 settembre 2016: Con il Genoa sfida storicamente impegnativa

Violissima 9 settembre 2016: Con il Genoa sfida storicamente impegnativa

Dopo la pausa per le nazionali questo weekend ricomincia il campionato di Serie A. Per la Fiorentina domenica ore 15 c'e' la sfida contro il Genoa a Marassi, che storicamente nasconde sempre grandi insidie per il terreno non ottimale e per l'enorme spinta dei tifosi del Grifone. Mister Sousa da giovedi' ha a disposizione la rosa completa, con i vari nazionali tutti rientrati alla base, sebbene debba fare i conti con gli acciaccati di turno: Gonzalo Rodriguez, reduce dall'infortunio muscolare che gli ha impedito di scendere in campo contro il Chievo, si e' allenato tutta la settimana e dovrebbe farcela; per Vecino invece qualche dubbio in piu'. In caso di forfait dell'uruguaiano spazio a Carlos Sanchez, reduce dalla convocazione in Nazionale (con la quale ha giocato 90 minuti contro il Brasile). Per il resto, salvo sorprese, la squadra presumibilmente sara' pressoche' la stessa che ha affrontato il Chievo, con il ballottaggio Tello-Bernardeschi sulla fascia destra. Oltre all'analisi del prepartita, a Violissima abbiamo parlato della discussa terza maglia della Fiorentina, presentata giovedi' al Fiorentina Store Duomo con Gonzalo e Astori come testimonial, cosi' come del "caso" Babacar. Giocatore dato per partente gia' alla fine dello scorso campionato e che invece, forse a causa di una valutazione decisamente esagerata, e' rimasto alla corte di Paulo Sousa. Sebbene tra i due non ci sia un grande rapporto il senegalese ha l'ultima opportunita' di emergere, dato che e' l'unica prima punta in rosa oltre al titolare Kalinic e dato che la Fiorentina da questa domenica comincera' a giocare ogni tre giorni, sforzo che richiede una turnazione dei titolari. Ad accompagnarvi in questi 40 minuti insieme in studio abbiamo avuto Davide Abiusi, Samuele Abiusi, Claudio Coppini e Marco Zanini; Roberto Davide Papini  in collegamento telefonico. Marco Zanini

L'Altro-Binario: fermata terremoto 2

L'Altro-Binario: fermata terremoto 2

Ancora una trasmissione de L'Altro-Binario dedicata al terremoto che mercoledì 24 agosto ha colpito così duramente il Centro Italia, in particolare la citta' di Amatrice che ha dato il saluto pubblico a 37 delle vittime, ma simbolicamente anche a tutte le altre. Lo staff de L'Altro-Binario ha deciso, come gia' fu fatto per il terremoto de L'Aquila, di seguire passo dopo passo il difficile cammino verso la ricostruzione e la normalità del vivere delle popolazioni.. Claudio Coppini, nella veste insolita per questo programma di conduttore unico della trasmissione,  ha aperto il ciclo di collegamenti telefonici con la chiesa avventista di Rieti, che grazie al supporto dell'associazione ADRA (agenzia per il soccorso e lo sviluppo della chiesa avventista) si è trasformata in un vero e proprio centro di accoglienza, con la presenza, al momento, di 17 persone terremotate ospitate e seguite per ogni necessità nei propri spazi attivando a pieno regime la mensa interna. Per avere gli ultimi aggiornamenti dalle aree terremotate abbiamo parlato con il pastore Daniele Benini , coordinatore di ADRA a Rieti che collabora strettamente con le istituzioni e tutte le altre realtà impegnate nel soccorso e sostegno alle popolazioni colpite dal sisma.. Subito dopo abbiamo mandato in onda due minuti tratti da una recente intervista al generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore della Difesa, sulla situazione in essere e i passi successivi che saranno compiuti. Dopo qualche istante di musica, ci ha raggiunti in collegamento telefonico Massimo Fratini, vice presidente del Consiglio comunale di Firenze e già Responsabile del servizio Prevenzione e Protezione di Trenitalia, e con lui abbiamo provato ad affrontare il tema spinoso e importantissimo dei soldi non spesi dalle amministrazioni per mettere in sicurezza sismica gli edifici, e il tema della mancanza di documenti ufficiali di rendicontazione delle opere eseguite e di quelli spesi o dei soldi dirottati verso ristrutturazioni diverse da quelle per cui erano stati destinati. Subito dopo ci ha raggiunti in collegamento da Livorno, il giornalista del quotidiano La Nazione, Roberto Davide Papini, con il quale abbiamo cercato di approfondire ancora un po' quest'ultimo tema  della trasparenza per gli interventi post terremoto e anche l'impegno e il senso di responsabilità umana delle chiese cristiane nel mettersi a disposizione in queste tragedie, con le preghiere, le braccia, le risorse e non ultimo l'ascolto delle persone in difficoltà. L'ultimo ospite che abbiamo avuto in trasmissione è stato il coordinatore della Caritas Diocesana di Firenze e provincia, Alessandro Martini, con il quale abbiamo fatto il punto della macchina istituzionale (Protezione Civile e organizzazioni connesse), delle associazioni di volontariato e del programma che andrà seguito nei vari passaggi successivi, per evitare gli errori commessi nei terremoti passati e replicare al meglio a questo ultimo sisma che ha colpito il Centro Italia. Come sempre

L'Altro-Binario Estate: testimonianze dal Sinodo 2016

L'Altro-Binario Estate: testimonianze dal Sinodo 2016

Continuano i lavori del Sinodo delle chiese valdesi e metodiste 2016 a Torre Pellice. In questa puntata estiva dell'Altro-Binario Roberto Vacca e Claudio Coppini  intervistano due partecipanti al Sinodo,  Roberto Davide Papini, giornalista de La Nazione e membro della Chiesa valdese di Firenze, e Dora Bognandi, presidente della FDEI, Federazione delle Donne Evangeliche in Italia

Cannabis, il 25 luglio inizia alla Camera la discussione sulla legalizzazione

Cannabis, il 25 luglio inizia alla Camera la discussione sulla legalizzazione

E' stato calendarizzato per lunedi' 25 luglio l'approdo in Aula alla Camera della proposta di legge sulla legalizzazione della cannabis. Lo ha stabilito, secondo quanto riferiscono fonti di Sinistra italiana, la conferenza dei capigruppo. Il 25 si svolgera' la discussione generale e dal giorno dopo iniziera' il voto. Immancabili le polemiche intorno all'argomento e, se da una parte i promotori esultano per il risultato, dall'altra c'e' chi percepisce nel provvedimento un atteggiamento contraddittorio da parte dello Stato (da Repubblica del 29 giugno 2016). Roberyo Vacca ha chiesto un parere su questi sviluppi al senatore Lucio Malan e al giornalista Roberto Davide Papini, su posizioni opposte in merito alla possibile legalizzazione della cannabis, entrambi membri della chiesa valdese. (Ansa)

Azzurrissima 17 giugno 2016: Oggi Italia-Svezia, vincere per assicurarsi il girone

Azzurrissima 17 giugno 2016: Oggi Italia-Svezia, vincere per assicurarsi il girone

La bella vittoria degli Azzurri contro il Belgio (secondo nel ranking FIFA) ha acceso un grande entusiasmo nel popolo italiano. Nessuno si aspettava una prestazione cosi' convincente al debutto in questa competizione; sebbene la vittoria sia da dividere tra meriti dell'Italia e demeriti del Belgio. Se infatti la squadra di Conte ha mostrato tutte le caratteristiche tipiche del suo allenatore (corsa, grinta, grandissimo senso tattico), il Belgio e' sembrata una squadra piena di talenti che giocano tutti per sé stessi. Nonostante cio' e' evidente che questa sia proprio la vittoria di Conte, data la lezione di tattica impartita all'allenatore belga e il riscatto di gran parte degli uomini del suo gruppo storico, i 'titolarissimi' che sulla carta possiedono meno qualita' di molti giocatori lasciati in panchina. Oggi pomeriggio l'Italia affronta la Svezia, partita sulla carta piu' abbordabile e per questo storicamente molto piu' complicata di quella giocata lunedi'. Gli scandinavi non hanno un grande organico, eccezion fatta per il fenomeno con il numero 10 la' davanti, un tale Zlatan Ibrahimovic. D'altra parte pero' si difendono in 10 dietro la linea del pallone. Questa caratteristica costringe l'Italia a dover prendere in mano il controllo del gioco per riuscire a scardinare la difesa svedese, snaturando le caratteristiche di "attesa e ripartenza" espresse nella partita di esordio. Oltre all'aspetto del gioco ovviamente c'e' quello mentale: l'Italia spesso sottovaluta gli avversari che sulla carta le sono inferiori, basta tornare indietro di due anni per farsi un'idea. Stara' ancora una volta al sergente Conte motivare i ragazzi allo stesso modo in cui sono entrati in campo lunedi' sera, perche' questa Nazionale e' una squadra di cuore e grinta, che non puo' riuscire a spuntarla contro nessun avversario se non entra in campo col coltello tra i denti. Anche oggi ad accompagnarci in questo appuntamento abbiamo avuto, in collegamento telefonico,   Mario Agostino, giornalista sportivo che collabora con Avvenire e, soprattutto, con il sito http://www.europei-di-calcio-2016.com/ . Insieme a lui gli immancabili Samuele Abiusi, Claudio Coppini, Marco Zanini in regia e Roberto Davide Papini in collegamento telefonico. Marco Zanini

La scelta della violenza e i valori cristiani

La scelta della violenza e i valori cristiani

A poche ore dagli attacchi avvenuti  a Bruxelles, l’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno ha rilasciato la seguente dichiarazione. “Siamo ancora una volta sotto choc per la violenza che colpisce alla cieca persone ignare e inconsapevoli nel cuore dell’Europa. Tali atti non hanno giustificazioni. Siamo sconvolti e ci chiediamo in che modo l’eliminazione di tante vite umane torni utile alla causa di una qualsiasi organizzazione. Esprimiamo il nostro cordoglio per le vittime e la nostra solidarieta' alle famiglie afflitte in modo così doloroso. Auspichiamo che nessuno giustifichi tali atti invocando una qualsivoglia motivazione religiosa e nessuno li strumentalizzi criminalizzando categorie e gruppi culturali, politici, sociali o religiosi. Invochiamo una riflessione sulla violenza. Occorre prendere coscienza di tutte quelle che si compiono nella nostra societa'. Per esempio quelle implicite nella differenza con cui reagiamo alle stragi perpetrate al di fuori dei paesi europei o nell’atteggiamento di chiusura assunto, come europei, nei confronti delle popolazioni in fuga dai teatri di guerra. Preghiamo perche' possiamo respingere la tentazione di assuefarci alla spettacolare brutalita' di queste azioni, perche' la nostra convivenza continui ad essere ispirata dai valori umani e di fede sui quali si e' fondata fino ad oggi, perche' possiamo trovare la forza di essere la' dove il nostro impegno civile e cristiano ci impone di essere”. Prendendo spunto da questo documento, il pastore avventista Davide Romano (responsabile del Dipartimento affari pubblici e liberta' religiosa e per l'Unione italiana delle Chiese avventiste) e il giornalista Roberto Davide Papini (membro della chiesa valdese di Firenze), riflettono sulla situazione di impotenza e di sgomento, ma anche sulle speciali responsabilita' che hanno le religioni e i credenti  in rapporto al passato e al futuro della violenza di matrice religiosa

Festival internazionale del fumetto 2016

Festival internazionale del fumetto 2016

In questo numero di "A tu per tu", Roberto Davide Papini, giornalista del quotidiano La Nazione di Firenze, e' in contatto con noi via telefono da Angouleme, in Francia, dove si svolge fino al 31 gennaio il 43esimo festival internazionale del fumetto. In particolare Papini, membro della chiesa valdese di Firenze, ci parla del fumetto di orientamento cristiano, e delle mostre in corso anche in varie chiese cattoliche ed evangeliche

L’Altro Binario… destinazione Natale

L’Altro Binario… destinazione Natale

Una puntata davvero speciale quella de L’Altro Binario e il Natale, che Luca Faedda e Claudio Coppini immaginano come un cammino, un viaggio verso una destinazione alternativa, che ci obbliga a sostare in una sala d’aspetto di una stazione, in attesa della coincidenza successiva che ci condurrà nel nuovo anno.  Insomma il Natale come metafora di un viaggio personale alla ricerca di se stessi e dell’incontro con gli altri attraverso lo sguardo di un bambino che si fa dono di vita e di giustizia nel mondo. Nel corso del programma tante belle canzoni insieme ad aforismi, poesia e ricordi sul Natale. &nbsp

Altro Binario: 2015, parliamone insieme

Altro Binario:  2015, parliamone insieme

In questo numero dell’Altro Binario di fine anno, i conduttori Claudio Coppini e Roberto Vacca provano a ricordare alcuni tra i tanti fatti e avvenimenti che hanno caratterizzato il 2015. E lo fanno con il contributo del giornalista de La Nazione Qn, Roberto Davide Papini, che si è soffermato in particolare sulle stragi di Parigi e sulla visita del Papa al tempio valdese di Torino. A seguire  il professor Andrea Masullo, direttore scientifico di GreenAccord (associazione culturale per la salvaguardia del creato) ha risposto ad alcune domande sul tema dell'ambiente e sui risultati della conferenza internazionale di Parigi, ma ha offerto la sua opinione anche sulla situazione di emergenza inquinamento che sta mettendo a rischio la salute dei cittadini in diverse citta' italiane. Infine segnaliamo il contributo del pastore avventista Daniele Benini, direttore del circuito Radio Voce della Speranza, che ha voluto ricordare anche per quest’anno l’immenso lavoro svolto dalle associazioni di volontariato e l’insostituibile impegno di solidarieta' di migliaia di uomini e donne spesso invisibili

Dal Sinodo valdese e metodista (3)

Dal Sinodo valdese e metodista (3)

Terzo collegamento con il Sinodo valdese-metodista 2015 che si svolge a Torre Pellice (TO) fino a venerdì 28 agosto. In questa terza corrispondenza, sentiamo il parere del giornalista di QN Roberto Davide Papini, di fede valdese, a proposito della controversia sorta attorno ad alcune parole della lettera indirizzata dal Sinodo al Papa. Diversi giornalisti hanno ravvisato in alcune espressioni il rifiuto valdese ad accogliere la richiesta di perdono che Papa Francesco aveva rivolto ai valdesi durante la sua visita al tempio di Torino lo scorso 21 giugno. "Freddezza dei valdesi per le parole del Pontefice": era questo il titolo di un articolo di Domenico Agasso del 24 agosto su La Stampa di Torino. Ma le cose stanno davvero cosi'? O si tratta di un fraintendimento? E per colpa di chi? Papa Francesco saluta il pastore Paolo Ribet nel tempio valdese di Torino, in occasione dello storico incontro dello scorso 21 giugno In quella occasione Bergoglio chiese scusa per le persecuzioni della Chiesa cattolica nei confronti dei valdesi

Una visita papale tra perdono e prospettive di diversita' riconciliate

Una visita papale tra perdono e prospettive di diversita' riconciliate

"Storica giornata vissuta nel tempio valdese di Torino con la visita di Papa Francesco, primo Papa nella storia a entrare in un tempio di questa chiesa protestante che ha oltre ottocento anni di vita. Un incontro preceduto da tante attese e che non le ha tradite, anzi, le ha superate, per la sua semplicita', schiettezza e per il clima di vera fraternita' che si e' respirato all'interno di questo che e' il primo tempio che i valdesi, nel 1853, hanno potuto costruire fuori dal "ghetto" delle Valli Valdesi (in Piemonte) in cui erano stati costretti a rifiugiarsi dopo secoli di persecuzioni". Cosi' inizia l'articolo che il giornalista di fede valdese Roberto Davide Papini ha scritto il 22 giugno per QN, Quotidiano nazionale, on line a commento della storica visita del Papa alla chiesa valdese di Torino. "La formula della "diversita' riconciliata" frequentemente menzionata dal papa e dal Moderatore della Tavola valdese - scrive Papini - rischia pero' di essere senza significato se non e' seguita da una pratica concreta di riconoscimento reciproco e quotidiano delle varie chiese, ma soprattutto dalla messa al centro non delle rispettive caratteristiche, ma della comune fede cristiana; non di magisteri e tradizioni, ma di Gesu' Cristo". Roberto Vacca e Claudio Coppini hanno intervistato il giornalista evangelico su questi temi che vanno ben al di la' di un singolo incontro fraterno ed ecumenico

Il Papa dai Valdesi

"Quella del 22 giugno 2015 e' una data destinata a passare alla storia del movimento ecumenico e dei rapporti tra Chiesa cattolica e protestantesimo, a due anni dalla grande celebrazione dei 500 anni dalla Riforma di Martin Lutero nel 2017. La visita di Papa Francesco al tempio valdese di Torino, infatti, rappresenta un passaggio importante, visto che mai prima d’ora un pontefice aveva varcato le soglie di un tempio della piu' antica chiesa riformata al mondo (che affonda le radici nella Lione del XII secolo, ben prima di Lutero) e si inserisce nello stile di Bergoglio". Cosi' comincia l'articolo del giornalista di fede valdese Roberto Davide Papini per QN on line. Roberto Vacca lo ha intervistato Il moderatore della Tavola Valdese Eugenio Bernardini nel corso di una recente visita a Papa Francesco

Divisi dalla fede calcistica, uniti da quella in Gesu'

Una puntata di VIOLISSIMA molto affollata e piena di emozioni quella del 24 ottobre 2014 alla vigilia di Milan-Fiorentina e dopo il successo in Coppa dei Viola in Grecia col Paok Salonicco, capolista del campionato. Finalmente con lo staff al completo in studio, con il ritorno da Instanbul di Claudia Calamai, con Niccolò Dainelli, Claudio Coppini, Marco Zanini e un raffreddatissimo, ma sempre piccantissimo Roberto Davide Papini e in collegamento da Milano con Mirko Poggi, Ad di Lenovo, una multinazionale, leader mondiale di personal computer. Mirco vive e lavora a Milano, ma ha un cuore viola. E azzarda un 2-1 per la Fiorentina sul Milan, in modo tale che oltre al successo per i viola, può aggiudicarsi l'ambito premio: della Bibbia viola per chi indovina il risultato della partita della Fiorentina. Infatti a Mirko è da poco nato un figlio e ci terrebbe molto di poter donare al suo "piccolino" la Bibbia viola. Ma non finisce qui, in studio seduti l'uno accanto all'altro ci sono una "strana" coppia di ospiti, Sergio e Sebastiano, vicini di casa in quel di Sesto Fiorentino, ma di fedi calcistiche molto diverse. Il primo super tifoso della Fiorentina di Vincenzo Montella, il secondo del Milan di Pippo Inzaghi. E' davvero dura tenerli insieme quando si parla di campionato, mentre quando una volta a settimana s'incontrano in casa di Sergio col pastore avventista Saverio Scuccimarri per parlare della fede in Cristo, sono uniti come fratelli, tanto che l'ultima volta che si sono ritrovati perlo studio biblico settimanale, Sebastiano non aveva con se la Bibbia e allora, Sergio gli ha prestato la sua dalla copertina viola. Il buon "Seba" in un primo momento ha ritratto la mano, ma poi una volta aperta, ha guardato gli altri due, Sergio e il pastore Saverio (juventino) e sorridendo ha detto:" La fede calcistica è vero ci divide, ma quella in Cristo ci unisce come fratelli". Semmai una piccola richiesta: "Se possibile per una prossimo appuntamento mi piacerebbe essere io che presto a Sergio o a Saverio una Bibbia, ma questa con la copertina rosso-nera!