Notice: Undefined variable: taxonomy_image in /usr/share/wordpress-3.9-multisite-rvs/wp-content/plugins/categories-images/categories-images.php on line 354
Articoli taggati con "stranieri"

EDITORIALE – Corridoi umanitari

EDITORIALE – Corridoi umanitari

Grazie all'intervento della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, della Comunità di Sant’Egidio e della Tavola valdese, in accordo con i Ministeri degli Esteri e dell’Interno, è stato istituito il progetto dei corridoi umanitari. Di fronte a un’Europa al collasso e spesso assente sulle questioni dell’immigrazione, l’esperimento italiano è stato definito un progetto da imitare e da prolungare nel tempo quale esempio per tutto il continente. È la prima volta, infatti, che si assiste a un flusso migratorio controllato, con lo scopo di salvare dalle mani degli scafisti e da una possibile morte in mare migliaia di poveri in cerca di un futuro migliore. Leggiamo nella Bibbia: “Tratterete lo straniero, che abita fra voi, come chi è nato fra voi; tu lo amerai come te stesso; poiché anche voi foste stranieri nel paese d'Egitto. Io sono il Signore vostro Dio”. (Levitico 19:34) Ecco come rispondere a questa emergenza epocale dell’immigrazione: accogliere, ricordando che anche noi siamo stranieri, di passaggio su questa terra. Che questo progetto italiano possa essere simbolo dell’apertura delle nostre menti e dei nostri cuori verso lo straniero. Riflessione a cura del pastore Daniele Benini, direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale, professore incaricato di Teologia Pratica della Facoltà avventista di Teologia (FAT), direttore nazionale del network radiofonico Radio Voce della Speranza. Foto: http://www.lastampa.it

Parliamone insieme: tavola rotonda su Gesu' e gli stranieri

Parliamone insieme: tavola rotonda su Gesu' e gli stranieri

In questo numero di "Parliamone insieme" Roberto Vacca, Vittorio Fantoni, Alessio Del Fante e Anna Nunziati riflettono su due diversi incontri di Gesu' con gli stranieri: in un caso, Gesu' incontra (da solo!) una donna povera, "chiaccherata" e di un'etnia ostile: e' il famoso incontro al pozzo con la donna samaritana. L'altro incontro e' invece con un uomo di potere, un ufficiale dell'esercito di occupazione in Israele, che lo cerca perche' ha fede che Gesu' possa operare un miracolo a favore del servo che ama. Si tratta del centurione romano, che e' attento alla sensibilita' religiosa degli ebrei e che sorprende Gesu' per la sua fede. Cosa ci possono insegnare questi due episodi? Gesu' e la samaritana. Tavoletta eburnea - Museo Diocesano, Salerno. Foto: Enzo Figliolia Fotografo -Salerno www.enzofigliolia.it

EDITORIALE – Sama, immigrata insieme ad una gattina

EDITORIALE – Sama, immigrata insieme ad una gattina

Lola è la prima gattina nella storia dell'immigrazione dall'Africa alle coste italiane a raggiungere Lampedusa. Dal Sudan è arrivata in Libia e poi fino all’isola, insieme alla sua padrona Sama. La gattina è stata accolta con affetto ed è stata messa in quarantena per precauzione. Nella Bibbia, in Levitico 24:18 è detto che il Signore punisce coloro che fanno del male agli animali. Bisognerebbe tener più conto della vita di queste creature di Dio. Inoltre dovremmo imparare anche a dare più valore alla vita dell’essere umano, in maniera particolare se si trova nella condizione di immigrato. In Matteo 25:35 Gesù dice: “Ero forestiero e mi avete accolto”. Uno spunto in più per riconsiderare le priorità nella scala di valori nella nostra vita: tutte le creature di Dio devono ugualmente ricevere rispetto. Riflessione a cura del pastore avventista Daniele Benini, direttore nazionale del network RVS e direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale

EDITORIALE – Siamo tutti stranieri

EDITORIALE – Siamo tutti stranieri

Dall'inizio di quest’anno nel Canale di Sicilia hanno perso la vita più di 1700 persone. L'Alto Rappresentante per la politica estera e di sicurezza europea, Federica Mogherini, ha affermato che La situazione nel Mediterraneo "è senza precedenti ed eccezionale”. Ha rimarcato che "non solo è un'emergenza umanitaria, ma anche una crisi di sicurezza. E noi siamo qui per agire e per agire subito. Per noi è un dovere morale". Molti Stati europei però, per motivazioni differenti, chiudono le loro frontiere. Spesso ci si dimentica della storia del proprio paese e delle difficoltà che in passato hanno portato cittadini europei a migrare verso altre nazioni. Inoltre aiutare già alcuni anni fa l’Africa, per esempio, a dotarsi di strutture adeguate al mondo moderno, avrebbe forse potuto rendere diversa la situazione oggi. La Bibbia, in più parti, afferma che Dio non approva coloro che fanno torto agli stranieri. Dovremmo imparare ad aprire il nostro cuore e ad accogliere i migranti. Riflessione a cura del pastore avventista Daniele Benini, direttore nazionale del network RVS e direttore delle Chiese Cristiane Avventiste dell'Italia centrale