Amnesty International Italia: no a ulteriori modifiche al testo sul reato di tortura, altrimenti approvazione a rischio

image
Descrizione

Dopo oltre 25 anni dal deposito della ratifica italiana della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura, avvenuto nel 1989, è stato recentemente approvato dalla Camera dei Deputati un testo di legge che è stato trasmesso, come di norma, al Senato.

Il presidente di Amnesty International Italia Antonio Marchesi ha scritto una lettera ai componenti della Commissione Giustizia del Senato, sollecitandoli a evitare ulteriori modifiche, e dunque un nuovo passaggio alla Camera dei deputati del testo di legge sull’introduzione del reato di tortura nell’ordinamento giuridico italiano.
Amnesty avrebbe preferito che il reato di tortura venisse affrontato in maniera diversa. Perché? Quali sono i limiti o le inadeguatezze di questa legge in fase di approvazione? Quali invece le disposizioni opportune e necessarie che verrebbero introdotte?

Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma, intervistano Riccardo Noury, portavoce della sezione italiana di Amnesty International.

video

5 Maggio 2015 622 14 Nessun commento

Download

Clicca Download e poi sulla freccia in basso a destra del player o tasto destro sul player Salva con nome.

Il network radio avventista

RVS  è affiliata a:
AWR - Adventist World Radio  HCI - Hope Channel Italia
Aeranti - Associazione di categoria del settore radiotelevisivo locale

Informativa Privacy 

8x1000
5x1000

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni sulla Privacy, clicca qui

Chiudi