Caldo, tuffi e idrocuzione. Come prevenire la sincope da immersione rapida

image
Descrizione

In questi giorni ben tre ragazzi a Roma sono morti dopo essersi tuffati in acqua per fare un normale bagno. Abbiamo così purtroppo imparato un nuovo termine prima sconosciuto ai non specialisti: la parola è “idrocuzione”.
Sta ad indicare una sincope da immersione rapida in acqua, specialmente fredda, che può causare, appunto, anche la morte per arresto cardiorespiratorio o annegamento.

Mario Calvagno intervista il prof. Giacomo Mangiaracina, medico, docente di Salute Pubblica presso il Dipartimento di Medicina e Psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma, presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione.

video

1 Agosto 2019 286 20 Nessun commento

Download

Clicca Download e poi sulla freccia in basso a destra del player o tasto destro sul player Salva con nome.

Il network radio avventista

RVS  è affiliata a:
AWR - Adventist World Radio  HCI - Hope Channel Italia
Aeranti - Associazione di categoria del settore radiotelevisivo locale

Informativa Privacy 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni sulla Privacy, clicca qui

Chiudi