Covid-19. Amnesty, la sorveglianza è legale o è una minaccia ai diritti?

image
Descrizione

Per fronteggiare l’emergenza da Covid-19, la tecnologia può svolgere un ruolo importante per salvare vite umane con la diffusione di messaggi di sanità pubblica e l’aumento dell’accesso all’assistenza sanitaria.

Tuttavia, proprio nel nome della lotta contro la pandemia, alcuni governi si stanno affrettando ad espandere il loro uso delle tecnologie di sorveglianza per tracciare gli spostamenti di individui e persino di intere popolazioni. Ma, per non essere illegali, le misure di sorveglianza devono essere le meno invasive disponibili, soddisfare criteri rigorosi.

In Italia si sta sviluppando un dibattito sul bilanciamento fra emergenza sanitaria, emergenza normativa e libertà individuali. Se a tutto ciò si aggiunge anche la sorveglianza tecnologica si rischia l’illegalità.
Bisogna trovare misure idonee per evitare la restrizione permanente, se non l’alienazione, nel futuro, dei diritti individuali e sociali.

Intervista di Mario Calvagno e Carmen Zammataro a Riccardo Noury, portavoce della sezione italiana di Amnesty International

Foto: ID 43309687 © Ekostsov  Dreamstime.com.

video

17 Aprile 2020 283 11 Nessun commento

Download

Clicca Download e poi sulla freccia in basso a destra del player o tasto destro sul player Salva con nome.

Il network radio avventista

RVS  è affiliata a:
AWR - Adventist World Radio  HCI - Hope Channel Italia
Aeranti - Associazione di categoria del settore radiotelevisivo locale

Informativa Privacy 

8x1000
5x1000

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per informazioni sulla Privacy, clicca qui

Chiudi