Leggiamo insieme – Critica alla teologia politica

In questa puntata Roberto Vacca intervista il prof. Massimo Borghesi, docente di Filosofia morale presso l’Università degli Studi di Perugia, autore del libro Critica della teologia politica. Da Agostino a Peterson. La fine dell’era costantiniana (Marietti Editore), presentato recentemente al CECSUR (Centro Culturale di Scienze Umane e Religiose) a Firenze.

Sinossi del libro:
Dopo il crollo delle “Twin Towers” a New York, l’11 settembre 2001, il “ritorno della religione” sulla scena mondiale ha coinciso con un conflitto teologico-politico che non si è ancora spento. Dall’avanzata dei settori radicali dell’Islam, alla reazione teocon, ai settori ultraortodossi in Israele, all’induismo nazionalista, il vento del “Dio degli eserciti” è chiamato ad alimentare il fuoco di identità antagoniste. Lo “scontro di civiltà” diviene uno scontro “teologico-politico”. La critica all’integralismo trova il suo modello originario nel cristianesimo il quale, con il Concilio Vaticano II, riattualizza l’antico paradigma paleocristiano culminante nella “Città di Dio” di Agostino.